Uber Roma: costi, contatti, opinioni, come funziona il nuovo Taxi, codice promozionale e tariffe

Se vivete a Roma o vi trovate lì di passaggio in vacanza, o per impegni di lavoro, e avete bisogno di noleggiare un’auto con autista per spostarvi in città e fuori città potete rivolgervi a un nuovo servizio taxi chiamato Uber.

Scopriamo quindi come funziona questo nuovo taxi, i costi, le tariffe, i codici promozionali e le opinioni a proposito.

Uber Roma: come funziona, tariffe e contatti del nuovo taxi

Uber è un’azienda statunitense che offre un nuovo servizio di taxi privato che tramite un’app mette in collegamento un passeggero con un conducente professionista.

L’azienda americana è presente in 77 nazioni e le sue auto possono essere prenotate tramite il sito internet oppure tramite l’app. Nata nel 2009 Uber è approdata in Italia dal 2013 ed è presente solamente nelle città di Roma, Milano e Firenze.

Per usufruire di un taxi a Roma per qualsiasi genere di necessità Uber offre la possibilità di richiedere una corsa affidabile in pochi minuti, tutti i giorni, compresi i festivi, e a qualsiasi ora.

Inoltre Uber offre la possibilità di confrontare i prezzi di tutte le opzioni di corsa dalle serate speciali ai percorsi giornalieri.

Ma come funziona Uber? Innanzitutto con l’app Uber, scaricabile sul proprio smartphone, si viene abbinati a un autista che si trova nelle vicinanze. Oppure in alternativa ci si può registrare sul sito. Il secondo step consiste nell’inserire la propria destinazione e scegliere un’opzione di corsa. Inoltre si ha la possibilità di vedere il prezzo prima della partenza, dando così la possibilità di scegliere.

Vi sono delle differenze tra le auto che Uber mette a disposizione. Tale differenza non interessa solo la tipologia di auto, ma anche il relativo costo. Le Uber X sono auto da 4 passeggeri e rappresentano la modalità più usata in quanto economiche. Vi sono poi le Uber XL, auto da 6 passeggeri in genere SUV e minivan. Poco usate in Italia sono le Uber Select (auto a 4 posti di lusso, in genere BMW, Mercedes e Audi con interni in pelle). Le più costose sono le UberBLACK e le UberSUV sono Suv e auto di lusso nere.

Ancora poco utilizzate in Italia sono anche le UberPOOL. Le UberPOOL sono auto che possono essere condivise con un altro cliente, auto dividendo così anche i costi.

Tra i vari servizi offerti Uber permette di vedere anche una foto dell’autista, i dettagli della sua auto e di controllare pure l’arrivo del mezzo sulla mappa. L’app è dotata di diverse funzionalità tra le quali l’opzione salva i tuoi luoghi. Grazie ai luoghi salvati, ad esempio quelli che si frequentano maggiormente, permettendo di raggiungerli con maggiore rapidità. Per usufruire di questa funzionalità basta aprire l’app e selezionare l’opzione Dove si va e la voce Luoghi salvati.

Un’altra funzione abbastanza utile dell’app Uber è quella denominata Tariffe concordate, che consente di conoscere il corso della costa prima di utilizzare il taxi. Inoltre è possibile confrontare le varie opzioni più adatte al proprio budget. La tariffa viene calcolata prendendo in considerazione vari aspetti: pedaggi, traffico ecc. Questa è la ragione per cui il traffico non incide sui costi concordati. La tariffa raramente può cambiare tranne  nei casi di cambi destinazione a metà del percorso; ritardi o cambi di percorso non previsti; oppure richiesta di fermate aggiuntive.

Altre funzioni dell’App Uber sono le seguenti: condividi la tua corsa con amici e parenti; profilo dell’autista. Quest’ultima funzione, in particolare, permette agli utenti di ottenere informazioni sull’autista quali gli interessi, i badge dei traguardi, i complimenti degli utenti, da quanto tempo guida con Uber, il ringraziamento degli utenti delle ultime 5 corse i quali hanno lasciato una valutazione a 5 stelle.

Con la funzione Destinazioni multiple si possono aggiungere fino a 2 fermate lungo il proprio percorso. Per aggiungere delle destinazioni basta toccare il pulsante + a fianco alla casella di destinazione. Questa operazione può essere effettuata anche durante il percorso. Nel momento in cui si aggiunge o si rimuovono le fermate le tariffe si aggiornano in base alla durata della distanza da percorrere. Non possono essere applicati pertanto costi aggiuntivi come supplementi, pedaggi, tasse ecc.

Un’altra funzionalità interessante dell’app è la Condivisione della tariffa che permette di suddividere la propria fermata con gli amici.

Per quanto riguarda i costi è possibile conoscere le tariffe in anticipo, scegliendo le modalità di pagamento che si preferiscono.

Le corse su Uber possono essere concordate fino a 30 giorni prima per gli eventi più importanti del proprio calendario. Per programmare una corsa basta toccare nell’app l’icona con l’auto e l’orologio per programmare una corsa. Dopo di che va impostata la data, l’orario, la posizione, la destinazione e il tipo di corsa per conoscere una stima della tariffa totale. Dopo aver confermato i dettagli della corsa va selezionata la voce “Programma”. La corsa può essere modificata o cancellata in qualsiasi momento. Il prezzo di una corsa programmata è il medesimo di una normale corsa Uber on demand e sono pertanto soggette alla disponibilità e alle tariffe.

Se si hanno tanti impegni e diversi luoghi da raggiungere a Roma, dove le distanze sono notevoli e il traffico è praticamente una costante, è possibile sincronizzare il calendario a Uber. La sincronizzazione consente di effettuare un passaggio in meno per raggiungere la propria destinazione. Per attivare la funzione occorre toccare Impostazioni, selezionare “Scorciatoie per il calendario” e spostare l’indicatore per collegare il calendario. La funzione di sincronizzazione permette di avere sotto controllo i propri impegni in un’unica app.

Infine è possibile valutare l’autista attribuendogli un punteggio da 1 a 5 stelle tramite l’app al termine di ogni corsa e fornendo anche un feedback specifico oltre che sull’autista anche sulla corsa. Le valutazioni sono utili anche per gli altri utenti per orientarli nella scelta dell’auto e dell’autista.

Il conducente può essere contattato anche in caso di smarrimento di un oggetto. Basta infatti inserire proprio numero di telefono e cliccare invia. Il telefono squillerà e si verrà messi direttamente in contatto con l’autista. Se dovessero pertanto trascorrere 24 ore senza essere riusciti a parlare con l’autista ci si potrà rivolgere al servizio clienti di Uber.

Calcolo tariffe Uber a Roma e codice promozionale

Come si fa quindi a ottenere una stima delle tariffe di Uber? Per conoscere quanto si spenderà per una corsa con il nuovo taxi sul sito di Uber è possibile inserire la partenza e la destinazione. Il sistema vi calcolerà la distanza e i relativi prezzi.

Supponiamo, ad esempio, di doverci spostare da Roma Tiburtina Bus Largo Guido Mazzoni a Fiera di Roma Ponte Galera. Le opzioni possibili sono tre a seconda del tipo di auto scelta. Con le auto della categoria Black il costo ammonta a 70 euro. Con i mezzi di categoria Lux e Van sale a 92 euro. Nello specifico per Black si intendono le black cars with professional drivers. La tariffa base di queste auto è di 5 euro, al minuto 0,35, per Km 1,20, tariffa minima 10 euro, tassa di cancellazione 10 euro. Per quanto riguarda le Lux, premium rides with luxury cars la tariffa base è di 6 euro, al minuto 0,55, per km 1,50. La tariffa minima e il costo di cancellazione sono di 14 euro. Le Van, sono appunto delle auto Van che hanno i medesimi costi delle Lux.

Ai nuovi utenti iscritti Uber offre un codice promozionale di benvenuto con uno sconto per usufruire del servizio. Stando alle esperienze di diversi utenti si consiglia di inserirlo nell’app solo nel momento in cui ci si trova nel Paese dove si intende utilizzarlo, se ad esempio avete in mente di fare un viaggio all’estero.

Per inserire il codice sconto occorre cliccare sul menu in alto a sinistra dell’app, selezionare la voce “Pagamento”, cliccare su “aggiungi codice promozionale” e di seguito inserire il codice.

Precisiamo inoltre che il valore del codice sconto varia a seconda del Paese in cui ci si trova a utilizzarlo.

Uber: contatti e quali sono le opinioni nella città di Roma

Uber come abbiamo detto in precedenza è un nuovo modo di usufruire del taxi a Roma e non solo con la possibilità di richiederlo tramite un’app che offre diversi servizi. Ma come fare per mettersi in contatto con il servizio Uber per qualsiasi genere di motivazione?

Per quanto riguarda i contatti Uber sul sito vi è una pagina espressamente dedicata all’assistenza con un motore di ricerca interno. Se si cercano in contatti sul sito è ovviamente necessario accedere per ricevere assistenza relativa al proprio account e alle corse. Per quanto riguarda l’account e le opzioni di pagamento si possono trovare risposte sull’impossibilità di effettuare l’accesso; impostazioni Account e Valutazioni; aggiungere una modalità di pagamento ecc.

Tramite l’app invece si può ottenere aiuto selezionando la voce Assistenza nel menu dell’app. Anche su Twitter su @Uber_Support è possibile inviare un tweet con le proprie domande.

Ulteriore supporto si può ricevere nella raccolta delle FAQ, dove sono raccolte le risposte alle domande più frequenti poste dagli utenti. Si può richiedere assistenza anche utilizzando il form di contatto nel quale scrivere il riepilogo del problema e altri dettagli sullo stesso. Inserendo il proprio indirizzo email si riceverà una risposta al proprio problema.

Ma vediamo quali sono le opinioni a proposito di Uber. Sono in tanti a sottolineare che Uber offre numerosi vantaggi rispetto a un taxi.  Uno dei principali aspetti positivi è il costo, inferiore rispetto ai taxi tradizionali. A ciò si aggiunge la possibilità di prevedere la spesa media dell’importo di un determinato tragitto. Il pagamento avviene esclusivamente tramite carta di credito o paypal ed è anche integrato nell’app.

Grazie all’app di Uber è possibile trovare un taxi in qualunque parte del mondo, tramite la localizzazione gps. Inoltre lasciando l’app aperta è possibile visualizzare il tragitto che farà l’auto di Uber, permettendo così di verificare che l’autista non cambi strada. L’app è pertanto di semplice utilizzo.

In tanti considerano Uber un servizio veloce, moderno con mezzi di classe nettamente superiori rispetto ai taxi tradizionali.

Ricordiamo che a Roma Uber non è molto agevolata, infatti nel nostro Paese i costi sono più alti dei taxi e non è possibile usufruire di UberPop. Grazie a UberPop infatti chiunque può decidere di diventare un driver tramite l’app di Uber. In realtà UberPop era approdato nel 2014 a Milano, Genova, Padova e Torino. Il servizio tuttavia viene stoppato a seguito delle proteste dei tassisti, con un scontro finito in tribunale dove la categoria contestava a UberPop il reato di concorrenza sleale.

Questi aspetti controversi fanno sì che Uber a Roma non sia molto conveniente. L’aspetto di cui infatti si lamentano principalmente gli utenti italiani sono propriamente i prezzi non troppo convenenti, se non eccessivamente elevati. Tali giudizi negativi possono essere in parte giustificati dal fatto che Uber in Italia non abbia preso il volo per le varie vicende giudiziarie che si sono susseguite. Ma non è solo questa di certo la motivazione alla base delle opinioni negative.

Diverse recensioni di persone straniere infatti esprimono malcontento  verso il servizio offerto da Uber. Alcuni francesi, ad esempio, si lamentano del fatto che le tariffe annunciate non vengono rispettate. Altri ancora sottolineano l’inefficienza del servizio clienti. Ai numerosi giudizi negativi si affiancano però anche quelli positivi. In particolare si mettono in evidenza la pulizia delle auto, la bravura e ka disponibilità degli autisti.

I giudizi negativi non sono pochi come si può evincere in particolare dalle numerose recensioni presenti su Trustpilot.com. Come in tutte le cose però i giudizi sono spesso discordanti. Questo dipende anche dal Paese in cui ci si trova a usufruire di questo servizio. In Italia come accennato continua a sussistere una certa severità della legge e un atteggiamento contrariato anche da parte della categoria dei tassisti. Occorrerà quindi aspettare ancora affinché il servizio venga recepito come un cambiamento della nuova era, entrando a far parte delle abitudini quotidiane.

Uber in fondo rappresenta un cambiamento nel modo di spostarsi in città, un cambiamento determinato ancora una volta dall’era digital. Se vi trovate a Roma o vivete lì potrete dunque scaricare l’app ed eventualmente testare personalmente il servizio per farvi la vostra opinione personale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *