Tonnarello Roma: menù del ristorante a Trastevere, recensioni cacio e pepe e carbonara, prezzi e contatti

Quando si trascorrono dei giorni in quel di Roma, non si può non fare un salto in uno dei locali più popolari e conosciuti della Capitale: stiamo parlando di “Tonnarello”, un ristorante situato proprio nel cuore di Trastevere.

Più che un ristorante, questo locale rappresenta al meglio la tradizionale locanda romana che ripropone i piatti tipici del posto, offrendo però una sua particolare interpretazione. E’ un locale di vecchia data, considerando che sul territorio romano è presente addirittura dal 1876: un ristorante con una lunga storia, portata avanti di generazione in generazione  dai ristoratori che hanno voluto mantenere il gusto autentico della cucina romana, cercando però di dare ai propri piatti anche un tocco del tutto personale. Situato, come detto, proprio nel cuore di Trastevere, si può andare in questa locanda dopo aver fatto una bella passeggiata per ammirare tutta la bellezza di Roma: entrando maggiormente nello specifico, il locale si trova a due passi dalla Piazza Trilussa, proprio alle spalle della Basilica di Santa Maria. Il locale presenta un’atmosfera assolutamente autentica, accogliente, familiare, calda e conviviale: un clima adatto praticamente per qualsiasi circostanza e occasione. Ci si può andare tranquillamente con la famiglia oppure per trascorre una serata tranquilla in compagnia degli amici.

Il ristorante risulta essere anche abbastanza spazioso: da Tonnarello c’è posto praticamente per tutti, in quanto sono presenti ben cinque sale ed è strutturato su due piani. Ma non solo: per chi volesse, soprattutto ora che cominciano ad arrivare i primi caldi, c’è la possibilità di mangiare anche all’esterno nella piazzetta che rappresenta uno dei fattori caratteristici del posto. E’ in grado di ospitare anche un gruppo numeroso di persone, dando comunque il giusto comfort e garantendo un servizio di elevata qualità. E sempre con il sorriso, il che non guasta mai. L’obiettivo dei ristoratori, come già accennato in precedenza, è quello di proporre tutto il meglio che la cucina romana è in grado di offrire: lo scopo è quello di dare alle persone un’esperienza unica, la migliore possibile, dando la possibilità di andare a riscoprire i piatti tradizionali di Roma, dando però la loro personalissima interpretazione. Senza stravolgere nulla, perchè la tradizione non si tocca, ma dare semplicemente un tocco in più, diverso, a piatti che hanno fatto parte di diverse generazioni del locale. Questo ristorante non è gradito solamente dai cittadini romani, che non fanno mancare di prenderlo d’assalto appena ne hanno l’opportunità, ma anche dai numerosi turisti che durante l’anno visitano la Capitale. Insomma, non si può dire di essere stati a Roma senza aver mangiato da Tonnarello.

Tonnarello a Roma: menù del ristorante e prezzi

Quello che propone Tonnarello è un menù in cui è la tradizione romana a fare da padrona, anche se, come già ampiamente ribadito, non manca anche qualche tocco personale in più che i ristoratori hanno voluto dare al locale. Come si può facilmente intuire dal nome della locanda il vero e proprio cavallo di battaglia di questo posto non possono essere altro che i tonnarelli, rigorosamente fatti a mano, esattamente come insegnano le nostre nonne. Ma non solo. Altri piatti che rappresentano i punti di forza del locale sono anche l’abbacchio, la coda alla vaccinara, i saltimbocca alla romana e soprattutto le mitiche polpette, presentate in diverse versioni. Tutti i vari ingredienti vengono selezionati con assoluta cura, così come la presentazione dei piatti che non viene mai lasciata al caso: il tutto con un servizio al tavolo offerto da ragazzi qualificati, selezionati e ben formati, in modo da garantire ai clienti la migliore esperienza in assoluto. Ma adesso bando alle ciance e andiamo ad analizzare nel dettaglio il menù, decisamente ricco, che viene offerto dalla locanda.

Partiamo, ovviamente, dagli antipasti: dal classico tagliere misto di salumi e formaggi (al prezzo di 18 euro), passando per la caprese di bufala al pomodoro, il cestello di calamari dorati e prosciutto crudo con bufala (tutti questi piatti costano 9 euro). A cinque euro si può invece gustare il carciofo alla Giudia, mentre spendendo qualcosina di più (8,50 euro, per la precisione) si può prendere il tris di bruschette (pomodoro, bufala e Parma, bufala e alici). Infine, sempre per quanto riguarda gli antipasti, a 6,50 euro viene messo a disposizione un cestino di supplì di diversi tipi: da quello all’amatriciana a quello al ragù, passando per quello cacio e pepe. Passando invece ai primi, come già accennato in precedenza, la specialità della casa è senza ombra il tonnarello. Ce ne sono davvero di tutti i tipi! Insomma, c’è solo l’imbarazzo della scelta: a 8,50 si possono prendere i tonnarelli cacio e pepe e quello che è stato chiamato “Nonna Nadia” (formato da melanzane, capperi, olive e pomodoro). A 9 euro invece viene messo a disposizione il tonnarello alla carbonara e quello cozza e pecorino. Infine, ad un prezzo leggermente più elevato (ovvero 12,50) si può gustare un gustosissimo tonnarello con le polpette.

Ovviamente, per chi volesse si possono scegliere anche altri primi: a 8,50 euro, ad esempio, si possono mangiare i rigatoni all’amatriciana (altro piatto che in una cucina romana non può proprio mancare), le trofiette al pesto con pinoli e pachino e la zuppa di farro e legumi con crostini. Infine, a 9 euro c’è un altro grande classico, ovvero la lasagna casereccia con ragù, provola e mozzarella. Sempre a proposito di punti di forza del ristorante, in precedenza vi abbiamo parlato delle polpette: anche in questo caso si può scegliere fra una vasta quantità di questa pietanza. A 12 euro, ad esempio, si possono prendere le polpette cacio e pepe e quelle con melanzane e patate. A 13 euro si possono gustare le polpette di baccalà, con pomodoro, olive e uvetta e infine a 14 euro ci sono quelle alla vaccinara. Tutti questi piatti, inoltre, vengono accompagnati sempre da cicoria ripassata e da patate al forno. Ovviamente, a disposizione anche secondi più classici, per chi invece preferisce mangiare qualcosa di più tradizionale: a 16 euro, si può prendere la cotoletta impanata con patatine fritte oppure l’abbacchio al forno sempre con patate, la coda alla vaccinara con purè, straccetti al vino con rucola e grana (accompagnati anche in questo caso da patate al forno) e il filetto di salmone alla ghiotta con patate al forno. A poco meno, cioè a 14 euro, c’è la possibilità di mangiare un saltimbocca alla romana con purè oppure un pollo alla romana con peperoni e patate al forno. Infine, per quanto riguarda i secondi, il menù propone a 18 euro una tagliata di manzo con rucola, grana e pachino.

Ma ancora non è finita. Tonnarello, infatti, è conosciuto non solo per essere una delle locande più buone di tutta Roma, ma anche per via delle sue pizze. Insomma, per chi avesse voglia di mangiarsi una buona pizza con la possibilità di vivere il panorama di Trastevere, questo locale rappresenta la soluzione ideale. Soprattutto per la grande quantità di pietanze di questo tipo che vengono offerte: a 10 euro, per esempio, si può prendere una pizza chiamata “Erminio” (composta da stracchino, cicoria e prosciutto cotto) oppure una capricciosa (con pomodoro, mozzarella, prosciutto cotto, uova, olive, carciofini e funghi), una boscaiola (mozzarella, funghi e salsiccia), una salsiccia e patate, una con il tonno, una rustica (pomodoro, mozzarella, cicoria ripassata e salsiccia) e una con lo stracchino. La classica margherita viene proposta a 8,50 euro, così come la cacio e pepe e la Napoli (pomodoro, mozzarella, origano e alici). A 9 euro si può prendere una pizza con i funghi, mentre aggiungendo 50 centesimi in più si può mangiare una contadina (pomodoro, mozzarella, zucchine, melanzane e peperoni), una quattro formaggi bianca (gorgonzola, mozzarella, brie e provola), una con il prosciutto crudo e una diavola (pomodoro, mozzarella e salame piccante). A chiudere la carta delle pizze, ci sono la bufalina (pomodoro, bufala e basilico) e quella al salmone, che costano invece 12 euro. Per chi invece preferisce rimanere leggere, vengono messe a disposizione delle gustose insalatone, tutte al prezzo di 8,50. A partire da quella chiamata “Trastevere” (composta da rucola, pomodori, olive, mais e zucchine), passando per “Borgo” (formata da rucola, salmone affumicato, feta, noci e agrumi) e “Testaccio” (rucola, bresaola, grana, olive e melanzane). Chiudiamo con “Garbatella”, che comprende tonno, mais, uovo sodo, olive, carote e pomodori.

Ampia scelta anche per quanto riguarda i dolci: il tiramisù e la torta di mele con gelato alla vaniglia presentano un prezzo pari a 6 euro, mentre ad un costo leggermente più basso (5 euro, per la precisione) ci sono la pannacotta con le fragole, il salame di cioccolato con panna fatta in casa e infine una coppa di fragole fresche con gelato alla vaniglia.

E da bere? Oltre all’acqua, un’importante carta dei vini, in cui si può scegliere tra quelli della casa, quelli bianchi al bicchiere, quelli bianchi in bottiglia, quelli frizzanti, quelli dolci o quelli rossi (al bicchiere o in bottiglia). C’è ovviamente la possibilità di prendersi anche una birra (artigianali o in bottiglia). Ovviamente, non può mancare il classico caffè ed eventualmente un amaro o un liquore.

Recensioni Tonnarello Roma: opinioni online su cacio e pepe, carbonara, servizio e tempistiche

Il fatto che Tonnarello sia uno dei ristoranti più apprezzato di tutta Roma viene confermato dalle numerose recensioni positive che si possono trovare sul web su questo locale, soprattutto per quanto riguarda la cacio e pepe e la carbonara, due piatti unici nel loro genere.

Sono tanti i fattori che rendono questa locanda particolarmente gradita da parte dei clienti: in primis, il servizio ai tavoli, con i camerieri super qualificati che vengono elogiati in più di una recensione per la loro bravura e professionalità. Ovviamente è molto apprezzata la qualità dei piatti che vengono forniti ai tavoli: la maggior parte vengono addirittura definiti come formidabili!

Un’unica piccola pecca, se così si può dire, è che il ristorante non prende prenotazioni e dunque c’è il rischio di dover attendere un po’ di tempo prima di potersi sedere al tavolo. Attesa che però nella maggior parte dei casi non è nemmeno così enorme: al massimo 10/15 minuti. I piatti, dicevamo: particolarmente graditi, ovviamente, i tonnarelli (da ci il locale prende il nome), anche se non mancano opinioni decisamente positive anche su altre pietanze, come ad esempio i saltimbocca, il pollo alla romana, le cozze, la carbonara e soprattutto le polpette, altra vera e propria specialità della casa. Insomma, Tonnarello è un locale super consigliato per tutti coloro che passano qualche giorno a Roma, soprattutto per la disponibilità di tutto lo staff (tutti i camerieri, infatti, vengono definiti come cordiali, disponibili e assolutamente alla mano) e per la bontà dei piatti offerti, nella maggior parte dei casi definiti come deliziosi nelle numerose recensioni presenti sui tantissimi canali online.

Infine, un ulteriore aspetto particolarmente gradito riguarda i prezzi: nella maggior parte dei casi, considerata la qualità dei piatti proposti, i clienti hanno rivelato di aver speso anche relativamente poco. Insomma, un rapporto qualità/prezzo decisamente non indifferente.

Contatti Tonnarello Roma Trastevere

Come già accennato in precedenza, il locale non prende prenotazioni, ma ovviamente mette a disposizione dei contatti telefonici per avere tutte le informazioni di cui si ha bisogno. Entrando maggiormente nello specifico, il numero di telefono a cui rivolgersi è il seguente: 06 5806404. Ma non solo: per avere un’idea più precisa dei prezzi e dei piatti che vengono offerti dal locale, a disposizione c’è anche un sito internet aggiornato, in cui si può tranquillamente vedere il ricco menù che viene proposto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *