Traffico Roma: news oggi in tempo reale, situazione GRA, Roma-Fiumicino, Tangenziale, Aurelia e Pontina

Muoversi all’interno di Roma con la propria auto è spesso un’impresa ardua: al di là della cronica mancanza di parcheggi, il traffico è una vera e propria piaga che affligge migliaia di automobilisti romani ogni giorno.

In questo articolo scopriremo come rimanere sempre aggiornati sulla situazione del traffico cittadino con strumenti online come le app, in modo da evitare situazioni spiacevoli, lunghe attese in coda negli orari di punta lungo il Grande Raccordo Anulare o su altri frequentatissimi percorsi e snodi stradali cittadini ed arrivare puntuali al lavoro e agli appuntamenti, risparmiando il proprio prezioso tempo e vivendo serenamente, senza l’incubo della sveglia alle prime ore dell’alba.

Traffico su GRA, Roma-Fiumicino, Tangenziale, Aurelia e Pontina

Le principali arterie cittadine sono senza subbio il Grande Raccordo Anulare, il tratto stradale che collega il centro di Roma all’aeroporto di Roma Fiumicino, la tangenziale ma anche la via Aurelia e la via Pontina. Ogni giorno sono centinaia di migliaia le auto che si riversano lungo questi percorsi: sono tantissimi ad entrare quotidianamente in città per lavoro, affari, commissioni ma anche per turismo.
Il Grande Raccordo Anulare, meglio noto come GRA (A90), è un tratto di autostrada tangenziale senza pedaggio che si snoda circolarmente intorno alla città di Roma per 68 km, gestito direttamente dalla Società Autostrade per l’Italia: si calcola che sia percorso in media ogni giorno da 160.000 auto, per un totale di circa 58 milioni di veicoli all’anno. Il volume di traffico che si riversa lungo questo tragitto ogni giorno è quindi immane: è facile perciò immaginare con che frequenza si verifichino incidenti stradali, rallentamenti ed incolonnamenti, senza parlare della periodica manutenzione ordinaria e straordinaria, che implica la chiusura di tratti e corsie di marcia e deviazioni del traffico. Gli orari in cui il GRA sarebbe da evitare sono quelli classicamente di punta: la mattina tra le 7:00 e le 10:00, quando la stragrande maggioranza dei lavoratori si mette al volante per raggiungere il lavoro. Allo stesso modo l’uscita dagli uffici coincide con un altro considerevole picco di traffico sul GRA: tra le 16:00 e le 20:00 il raccordo è altamente congestionato e anche i percorsi più brevi possono durare molto più del previsto. Orari in cui il traffico è più scorrevole sono quelli della tarda mattinata e del primo pomeriggio, tra le 12:00 e le 15:00, e ovviamente gli orari notturni, in cui il traffico è praticamente inesistente: si potrà quindi provare l’ebbrezza di sfrecciare indisturbati sulle corsie solitamente “imbottigliate” che rovinano le giornate a tanti pendolari automobilistici!

Il tratto autostradale Roma-Fiumicino è un altro tra i più battuti, non solo della Capitale ma di tutta Italia: l’A91 è lunga circa 20 km e ogni giorno migliaia di automobilisti la percorrono in un senso o nell’altro. Anche per quanto riguarda quindi questa direttrice gli orari off-limits sono quelli che coincidono con lo spostamento in massa dei lavoratori pendolari e dei viaggiatori diretti verso l’aeroporto o verso il centro città. Si sconsiglia infatti di mettersi al volante sulla Roma-Fiumicino di primo mattino (quindi tra le 8:00 e le 9:30) e del pomeriggio tardo (17:00 – 20:00) per non sprecare tempo prezioso immobili nell’abitacolo della propria auto incolonnata tra altre migliaia! Visto il grande stress a cui il tratto è sottoposto quotidianamente sono frequenti gli incidenti così come le deviazioni causate dai lavori di manutenzione autostradale.

La Tangenziale Est di Roma è un tratto di strada a scorrimento veloce che percorre la zona orientale e settentrionale della capitale, attraversando alcune aree densamente popolate, sottoposta anch’essa ogni giorno a una percorrenza massiccia: come di consueto gli orari mattutini e del tardo pomeriggio sono da evitare, proprio perché, essendo l’arteria una delle principali della città assieme al GRA e a via Cristoforo Colombo, la mole di traffico è costante ed abbondante. Si segnalano come “punti critici” della Tangenziale Est lo svincolo per l’ingresso nel Grande Raccordo Anulare e per l’autostrada del Sole A1 Firenze – Napoli nonché le uscite per la stazione Tiburtina. Sovente in questi tratti si verificano massicci rallentamenti ed incolonnamenti che raggiungono anche chilometri di coda. La Tangenziale Est è chiusa alla viabilità automobilistica tutte le notti dalle 23:00 alle 6:00.

Allo stesso modo la via Aurelia, che dal centro di Roma conduce fuori dalla città in direzione Ovest, e la via Pontina, che si intercetta invece tutto il traffico a Sud della capitale, sono strade statali densamente percorse e sovente funestate da incidenti anche gravi, e da incolonnamenti, rallentamenti, cantieri stradali che modificano l’assetto dello scorrimento stradale. Come sempre, gli orari da evitare il più possibile sono quelli dello spostamento massivo dei lavoratori e quindi la mattina presto e il tardo pomeriggio. Il traffico serale e notturno su queste direttrici è invece piuttosto scorrevole. Va ricordato che in particolare sulla via Pontina, a causa dell’altissima frequenza di incidenti automobilistici, in numerosi tratti è stato imposto il limite dei 60 km/h, monitorato attraverso la presenza di autovelox, tutor e pattuglie della Polizia Stradale.

Principali siti e app per aggiornamenti in tempo reale del traffico romano

Le nuove tecnologie hanno migliorato la nostra vita sotto moltissimi aspetti: al giorno d’oggi grazie ad internet la nostra giornata – in termini di grattacapi legati al traffico e alle lunghe attese senza speranze causate da ingorghi, incidenti, lavori in corso – può letteralmente svoltare. Attraverso una moltitudine di siti internet o app oggi si ha la concreta possibilità di consultare la situazione del traffico in tempo reale dal proprio cellulare, tablet o pc: Luceverde è forse il sito più noto, per quanto riguarda la viabilità romana. Il sito, attraverso mappe interattive navigabili, segnala infatti rallentamenti, incidenti, lavori in corso e tutte le notizie legate alla viabilità urbana. Lucerverde fornisce anche notizie generali legate alla mobilità come la presenza di eventi (come, per esempio, le manifestazioni, che implicano sovente la deviazione del traffico ordinario), le condizioni meteo, la situazione di viabilità dei mezzi di trasporto pubblici.  In questo modo, verificando in tempo reale le condizioni del traffico, sarà possibile scegliere percorsi alternativi a quelli “bloccati” o accidentati. Il servizio offerto da Luceverde – ad oggi attivo nelle aree di Roma e Milano – si avvale di  tecnologie all’avanguardia basate su sistemi di navigazione satellitare GPS ed è nato grazie alla collaborazione con Polizia Stradale, Polizia Municipale, ACI, enti gestori di strade ed autostrade e gestori di servizi di trasporto pubblico di tutte le modalità (su ruote, rotaie, ecc.).

Luceverde, per quanto riguarda la specifica situazione romana, è gestita dalla Polizia di Roma Capitale, che collabora con l’Automobile Club Italiano. Il portale Luceverde mette a disposizione degli automobilisti anche notiziari audio, che vengono diffusi mediante le principali emittenti radiofoniche locali, e video che mostrano in tempo reale la situazione della viabilità romana. Luceverde non si limita a documentare la realtà del traffico cittadino in modalità live ma fornisce anche itinerari alternativi qualora l’automobilista si ritrovi lungo un percorso sul quale sono avvenuti incidenti o si sono verificati rallentamenti.

Ovviamente, la sezione del sito web di Luceverde è molto utile non solo a chi a Roma si mette al volante ogni giorno, ma anche ai turisti o a chi non conosce bene la città perché si è trasferito da poco o vi si trova di passaggio: Luceverde fornisce consigli pratici su come raggiungere nel modo più veloce i vari punti d’interesse della capitale. Luceverde è disponibile anche nella versione app sia per i dispositivi mobili con sistema operativo Android che per Iphone: il download di Luceverde può avvenire quindi sia dall’area “mobile” del portale, sul web, che direttamente dallo store di GooglePlay o Appstore. L’applicazione è una fedele riproduzione dei servizi offerti dal sito, consentendo inoltre agli utenti di condividere informazioni relative al traffico e alla viabilità lungo il percorso di loro percorrenza.

Infoblu traffic mobile è un’applicazione che viene in soccorso a tanti automobilisti: attiva in molte delle principali città italiane (Roma, Milano, Napoli, Genova, Torino, Bologna, Verona, Firenze e Venezia) mette a disposizione degli utenti la situazione di traffico e mobilità in tempo reale, proponendo percorsi alternativi “salva traffico” e segnalando la presenza di autovelox e tutor.
Lineatraffico è un sito che monitora il traffico e la viabilità di Roma: gli utenti possono chiedere informazioni in tempo reale anche tramite sms o mail, in modo da “navigare” a colpo sicuro per le strade dell’Urbe.

Altre app per monitorare il traffico di Roma

Sono ovviamente moltissime le app “generaliste” legate alla viabilità, scaricabili da Google Play e da Appstore, alle quali ricorrere per monitorare la situazione del traffico romano: ricordiamo senz’altro WAZE, un’applicazione tra le più scaricate ed efficienti al mondo, che ha una doppia veste di navigatore GPS e social network, mediante la quale gli utenti possono contemporaneamente usufruire di indicazioni stradali rapide e funzionali – situazione del traffico, viabilità alternativa, ecc. – e condividere e fornire informazioni relative al percorso (stato del traffico, segnalazione autovelox o incidenti, prezzo della benzina, ecc.). Waze permette anche di  impostare percorsi e destinazioni preferite e frequenti, segnalando e condividendo la presenza di attrazioni, locali, eventi ecc. sincronizzando il proprio account con il profilo Facebook. Qtraffic è una app che deriva dal servizio infotrafic di Quattroruote: permette di programmare i viaggi scegliendo i percorsi più “sgomberi” per risparmiare tempo e benzina. Le informazioni sul traffico nelle principali città, tangenziali e tratti della rete autostradale sono disponibili in tempo reale ogni giorno dalle ore 7:00 alle ore 22:00. I percorsi proposti da Qtraffic possono essere salvati così come possono essere attivati degli specifici alert che segnalano traffico, rallentamenti e ingorghi.

Un vero e proprio “must” della navigazione stradale è senz’altro TomTom, che, all’interno della medesima interfaccia mette a disposizione dell’utente tutte le informazioni disponibili su traffico e viabilità, fornendo percorsi alternativi e ricalcolando costantemente di itinerari, segnalando anche la presenza di limiti di velocità, stazioni di servizio, ecc.. TomTom presenta anche un servizio di mappe offline che possono essere scaricate e consultate senza connessione internet.

Vai Anas Plus è la app progettata ufficialmente dall’Anas, che verifica sistematicamente tutte le informazioni ricevute sia dai suoi canali ufficiali che dagli utenti dell’applicazione, fornendo così notizie di viabilità e traffico live di assoluta affidabilità, aggiornate mediamente ogni 3 minuti. Vista la natura istituzionale del servizio, non sono solo le città principali e le arterie primarie ad essere monitorate ma una particolare attenzione è riservata anche alla viabilità su strade statali e secondarie. Michelin Navigation offre da sempre informazioni puntuali sul traffico in tempo reale così come una funzione nuovissima di guida assistita mediante connessione internet: l’auto può essere in questo modo geolocalizzata e ricevere in tempo reale informazioni su traffico, avvisi di pericolo, ecc.. Sky Way 24 è una app di Sky che offre informazioni relative al traffico sui principali percorsi nazionali; attraverso il GPS integrato è possibile impostare il raggio chilometrico entro il quale esaminare le condizioni del traffico e della viabilità rispetto alla propria posizione.

Il sito traffic.com ha sviluppato la app Here, una vera e propria applicazione veterana nella fornitura di dati in tempo reale sul traffico, che oggi sono disponibili anche in modalità offline. Google Maps è un’altra app “storica” per verificare le condizioni del traffico lungo la strada e optare per percorsi alternativi per giungere a destinazione. Google Maps permette di impostare non solo indirizzi ma anche luoghi ed esercizi di interesse (negozi, benzinai, bar, ecc.).

Infine My Way è l’app di Autostrade per l’Italia che offre informazioni in real time su traffico autostradale e servizi messi a disposizione dalla società lungo i percorsi autostradali.

Altri metodi “salva traffico” a Roma

Tra I metodi “tradizionali” per rimanere aggiornati sulla situazione del traffico un vero evergreen è la stazione Rai Isoradio – frequenza 103,3 – , il canale radiofonico del servizio pubblico nato ad inizio anni ’90 con lo scopo preciso di accompagnare gli automobilisti durante I loro viaggi: il servizio Onda Verde fornisce regolari e frequenti aggiornamenti sul traffico sia cittadino che autostradale, ricevuti direttamente dalle rilevazioni di Autostrade per l’Italia e da altri osservatori locali. Da alcuni anni inoltre la situazione del traffico locale e nazionale viene anche aggiornata in tempo reale dagli automobilisti via telefono, sms o WhatsApp, letti in diretta dai conduttori radiofonici.

Ovviamente, la propria rete di contatti può diventare una fonte di notizie relative al traffico romano nelle ore di punta, in particolare al mattino, sulla via del lavoro: gruppi di persone che vivono nella stessa zona o quartiere e si conoscono possono creare gruppi su WhatsApp sui quali condividere aggiornamenti relativi al traffico di zona (incolonnamenti, code, rallentamenti, segnalazione incidenti). Tanto più la conoscenza tra I membri di un gruppo simile è solida, inoltre, tanto più facile sarà anche organizzare un efficace car-sharing di quartiere tra colleghi e amici che vivono o lavorano nella stessa zona, onde evitare che il traffico, già abbondante, sia ancora più congestionato. Viaggiando insieme , a turni settimanali con la macchina dell’uno e dell’altro e non ognuno con la propria, si potrà ridurre il traffico ma anche l’impatto ambientale del sovraffollamento di macchine e mezzi che affollano ogni giorno le strade romane.

Metodi efficaci per evitare il proporsi dello “stress da traffico”, una vera e propria serie di disturbi psichici e fisici causati dalle estenuanti attese quotidiane dovute al traffico e ai suoi rallentamenti che hanno ripercussioni importanti sulla vita personale e professionale di chi ne soffre, sono sicuramente l’utilizzo della bicicletta o dello scooter per raggiungere il posto di lavoro o, più in generale per spostarsi, approfittando, nel caso della bici, per fare un po’ di esercizio fisico.

Lo scooter permette di muoversi con scioltezza ed agilità nel traffico, evitando a piè pari imbottigliamenti ed ingorghi: disponibile anche in modelli ecologici che riducono l’impatto ambientale e in formato “elettrico”, lo scooter aiuta a risparmiare tempo prezioso e a ridurre gli appostamenti per la “caccia al posteggio”. Se ne consiglia l’uso a guidatori esperti poiché il traffico di Roma infatti non è solo caotico ma anche insidioso e anarchico: incappare in spiacevoli incidenti, per chi va in scooter, è purtroppo frequente ed occorre perciò molta attenzione alla guida e riflessi prontissimi.

Il monopattino elettrico sta prendendo piede a Roma: utile per le brevi distanze, non può circolare sulla carreggiata, come previsto dal Codice della Strada, ma solo su marciapiedi e zone pedonali e può essere parcheggiato nelle aree riservate a biciclette e motorini. Per questo motivo questo acceleratore di andatura può essere un pratico ed economico mezzo di trasporto per i giovanissimi.

La bicicletta, mezzo ecologico per eccellenza, permette di fare sano movimento e di godere della vista della città da una posizione privilegiata: ovviamente percorrere in scioltezza le strade romane su due ruote a pedali è rischioso perché le piste ciclabili sono poche e non è consigliabile immettersi con il proprio mezzo nel flusso del traffico automobilistico.

Tra i percorsi ciclabili e sicuri spicca il Grab, il grande raccordo anulare della bici, che collega i colli della città ad alcuni tra i principali siti turistici della capitale e alla via Appia Antica. Insomma, scegliere la bicicletta come mezzo di locomozione urbana coniuga utile e dilettevole in modo perfetto, purché il ciclista sia consapevole dei rischi che la città cela. Per una panoramica completa sulle piste ciclabili romane e studiare il percorso più confacente alle proprie esigenze si può consultare il sito: www.piste-ciclabili.com/comune-roma.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *