Starbucks a Roma: indirizzo, menù e prezzi, dove e quando aprirà nel 2022?

Amanti di Starbucks italiani e soprattutto romani, unitevi! La grande apertura è ormai stata annunciata, è ufficiale: nel 2022 il primo Starbucks arriverà finalmente a Roma. Scopriamo dunque tutto quello che c’è da sapere sull’imminente apertura, l’indirizzo del locale, il menù che sarà predisposto per i clienti e i prezzi che dovremo aspettarci. I viaggiatori lo sanno bene, in una qualsiasi città europea o americana quando l’insegna verde di Starbucks fa capolino dall’angolo più remoto dell’isolato, riesce sempre a scaldare il cuore del passante.

Starbucks è visto un po’ come la propria piccola caffetteria personale in ogni angolo del mondo. L’arredamento caldo tipico dei suoi locali, i sapori così familiari e travolgenti, il proprio nome scritto sul cappuccino. Tutte cose che, soprattutto quando si è all’estero, si fanno apprezzare particolarmente. In una città come Roma, assaltata ogni anno da milioni di turisti, l’assenza di Starbucks si è fatta sentire troppo a lungo. Tuttavia, finalmente, in questo 2022 verrà posto rimedio, non è una bufala!

Starbucks a Roma, dove e quando apriranno i locali: le date

Secondo le primissime e più affidabili indiscrezioni rinvenibili on-line, sembra che saranno due i punti Starbucks che apriranno nella capitale quest’anno. Il primo punto sarà situato in zona Piazza di Spagna, quindi in pieno centro storico. Il secondo invece verrà aperto all’interno della struttura di Stazione Termini, altro punto di fondamentale importanza per la città per via dell’altissima affluenza giornaliera. Come tutte le cose più belle, anche Starbucks dovrebbe arrivare in primavera. Più nello specifico tra i mesi di marzo e maggio del 2022.

Ad annunciare quanto appena riferito è proprio l’imprenditore bergamasco Antonio Percassi, che sta facendo da mediatore con la multinazionale per negoziare l’estensione del franchising in tutta Italia. Si, avete capito bene, tutt’Italia. Le due prossime aperture attese a Roma infatti, insieme alle altre tre programmate per la città di Milano, sono da considerare una sorta di test. Laddove la risposta del mercato fosse positiva infatti, il progetto si amplierebbe, e nei prossimi cinque anni, dice lo stesso Percassi, potrebbero aprire in Italia addirittura dai 200 ai 300 punti vendita Starbuck!

Starbucks Roma: menù e prezzi

Con riferimento ai prezzi medi dei prodotti di Starbucks, è piuttosto difficile fare un pronostico accurato per quanto riguarda quelli da aspettarci nel nostro paese, in quanto, nei fatti, il prezzo di ogni prodotto può variare sensibilmente in base al paese in cui ci si trova. Per fare un esempio: Starbucks in Polonia e in Grecia è più economico rispetto a tutti gli altri paesi europei, un cappuccino – prodotto preso ad esempio per valutare la differenza dei prezzi – verrà a costare 2 euro e 55 cent a Varsavia e 2 euro e 75 cent ad Atene –.

Nell’Europa centro-settentrionale invece, i prezzi salgono sensibilmente, arrivando al top in Svizzera. Gustarsi un cappuccino di Starbucks a Berna, può costare addirittura 5 euro e 39 cent. Ma anche Scandinavia e Finlandia non scherzano affatto. Infatti a Copenaghen un cappuccino costa 5 euro e 24 cent, mentre a Helsinki costa 4 euro e 30 cent. Quasi il doppio rispetto a Grecia e Polonia.

Con riferimento invece al menù, si può dare qualche informazione più sostanziosa. Trattandosi infatti di una catena di franchising infatti, Starbucks offre sostanzialmente gli stessi prodotti in tutti i paesi del mondo, con qualche piccola eventuale variazione che consente di sfruttare le risorse specifiche del singolo territorio. Niente ci impedisce dunque di scoprire i prodotti che non potranno mancare sul menù di Starbucks a Roma.

I drink che si possono gustare da Starbucks sono davvero tanti. Anche a Roma non mancheranno le bevande calde tradizionali quali cappuccino, tè, caffè piccolo, lungo macchiato e americano e cioccolate calde. Ma anche la scelta di bevande fredde non è da meno. Ottimi di Smoothies creati frullando frutta fresca; amatissimo il Frappuccino, fatto con latte, tè verde matcha e creme dolci da abbinare – cioccolato, vaniglia caramello e tanti altri –; per non parlare dei vari tipi di soda – detti Fizzio – fatti a mano senza conservanti e a basso contenuto di fruttosio.

Per chi fosse interessato a mangiare, anche qui, il menù Starbucks non vi lascerà scontenti. Per la colazione sono offerti degli ottimi sandwich con bacon uova e formaggio in varie versioni e dimensioni, in perfetto stile americano. Ma anche cereali e yogurt di ogni tipo, cornetti, muffin e svariati altri dolci che variano di tanto in tanto. Sono inoltre acquistabili nei punti Starbucks tutta una serie di pacchetti-pranzo dal contenuto altamente proteico e nutriente da gustare comodamente ovunque si voglia e numerosi panini salati farciti in vari modi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.