Sgombero cantine a Roma: migliori servizi, chi contattare e come si effettua

Dover svuotare una cantina, una soffitta o un seminterrato in una città caotica come Roma, è un’operazione da organizzare con attenzione. Il lavoro che si cela dietro una pila di vecchi oggetti dimenticati è infatti molto più di quanto si pensi, indipendentemente dall’accuratezza della previsione. Del resto accade anche quando si trasloca: la maggior parte delle persone tendono a sottostimare quanto devono trasportare, di circa il 50%. Per effettuare uno sgombero cantine efficace, rapido e senza problemi è importante contattare dei professionisti del settore.

Vediamo i metodi più efficaci e meno costosi per effettuare lo sgombero di cantine nel territorio di Roma e dintorni.

Il mito dello sgombero cantine gratis a Roma

Capita di vedere degli annunci che parlano di sgombero cantine a Roma a costo zero, effettuato in modo del tutto gratuito. La realtà è invece molto diversa: il costo dello sgombero dipende da una serie di fattori e difficilmente lo si potrà annullare. In genere funziona in questo modo: chi effettua lo spostamento degli oggetti presenti in una cantina, o in una soffitta, ottiene dai padroni di casa il diritto di tenere ciò che trova, che si tratti di oggetti da portare all’isola ecologica o di rivendere poco importa.

L’unico modo per ottenere uno sgombero gratuito consiste nell’avere oggetti di valore nei locali da svuotare. In genere questi oggetti di valore vengono rimossi dai padroni di casa prima dello sgombero, cosa che porta questo tipo di attività ad avere un costo, anche se non eccessivamente alto.

Quanto costa sgomberare una cantina a Roma

Eccoci quindi al punto, contattare un’azienda nel territorio romano per sgomberare dei locali ha un costo, che dipende essenzialmente dalla dimensione dei locali e dalla quantità di “merce” in essi presente. In linea generale chi si occupa di questo tipo di attività non ha una sorta di listino reale, nel senso che per fare un preventivo sarà necessario effettuare un sopralluogo dei locali da svuotare; senza questo non è possibile indicare una cifra precisa per il costo del lavoro da effettuare.

Ma questo avviene anche per un trasloco o per lavori simili. In questa fase l’addetto della ditta esperta in sgomberi potrebbe proporci uno sconto dovuto alla vendita di oggetti che hanno un certo valore, ma molto dipende da ciò che abbiamo in cantina.

Le diverse operazioni da svolgere per sgomberare cantine a Roma

Lo sgombero cantine nella città di Roma funziona in questa maniera: si sposta tutto ciò che è contenuto nei locali da svuotare, si fa una cernita e si decide cosa fare di ogni singolo oggetto. Se si ha a disposizione dello spazio aggiuntivo la cernita può essere fatta in modo pratico, in caso contrario la si dovrà fare mentre si spostano gli oggetti, per poi portarli subito verso un container, o verso un camion con cui spostarli. La maggior parte di ciò che si trova in una cantina o in una soffitta sono in effetti rifiuti di varia specie, che andranno conferiti nel luogo idoneo.

La ditta incaricata in tutto in tutta Roma e dintorni, come ad esempio traslochiromaeasy.it che risulta un servizio tra i più noti e affidabili sul web secondo gli utenti, si occupa anche di contattare l’isola ecologica, o qualsiasi altro centro per il conferimento dei rifiuti, per verificare orari e disponibilità. Si deve infatti ricordare che il conferimento di alcuni oggetti comporta anche una spesa, della quale si deve preoccupare l’azienda di sgomberi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *