Sciopero ATAC Roma: come scoprire se è oggi o domani, notizie e consigli alternativi

Il trasporto pubblico della capitale è una delle problematiche che il Comune dovrebbe impegnarsi a risolvere e al più presto. E, come sempre, a rimetterci sono i viaggiatori che, non riuscendo a scoprire in tempo notizie notizie riguardo scioperi ATAC, hanno difficoltà a muoversi a Roma durante lo sciopero.

Lo sciopero è una forma di protesta che in questi ultimi tempi sta ripetendosi a più non posso. È assodato che la crisi è confluito in un disagio urbano generale, ma quello che succede a Roma è una continua rivolta che però sembra colpire prima di tutto i cittadini, toccando poco le care e vecchie istituzioni. Tra le tante proteste istituzionali che stanno avendo luogo a Roma, lo sciopero ATAC è quello più frequente e temuto dai cittadini che circolano in città. Chi ci vive lo sa bene: quando una persona è solita spostarsi a Roma con i mezzi, lo sciopero potrebbe significare molteplici cose, ma la preoccupazione principale incombe in colui che deve raggiungere il lavoro e che a causa del mancato

funzionamento del trasporto pubblico è costretto ad un ritardo al lavoro. E questo è solo un esempio di cosa può succedere quando non circolano i mezzi, ma il disagio raggiunge una portata pressoché maggiore. Il continuo ritardo e il susseguirsi degli scioperi crea dunque un vero malcontento e una sfiducia nei confronti dei mezzi pubblici.

Insomma, muoversi a Roma con il trasporto pubblico è diventata una vera e propria ansia, non soltanto per la scarsezza del servizio dimostrata in questi ultimi anni, ma soprattutto per l’urgenza tutta nuova del riuscire ad avere la previsione del prossimo sciopero ATAC. Previsione, poi, che non è così “prevedibile” poiché non è semplice scoprire con largo anticipo se lo sciopero è oggi o domani.

Negli ultimi 7 anni la dura controffensiva dei dipendenti ATAC ha dimostrato una falla nel sistema del trasporto pubblico: le condizioni lavorative peggiorano e i lavoratori hanno sempre meno diritti, e di conseguenza non si può negare il fatto che lo sciopero ATAC sia l’unica soluzione per far sentire la propria voce, e non si può negare che su un piano etico-morale tutto questo sia giustificabile. Ma chi garantisce l’ordine in città?E come spostarsi a Roma durante uno sciopero ATAC? Queste sono le domande che attanagliano il cittadino che deve organizzarsi in base al mancato funzionamento del sistema ATAC. E Roma va così incontro ad una paralisi: traffico incessante, file di fronte alle metro chiuse e autobus che non passano mai.

Questo è il dipinto di questi ultimi tempi recenti. E il problema principale per i cittadini, tenendo conto dell’intero disagio generale, è scoprire in tempo quando c’è lo sciopero indetto dall’azienda ATACper riuscire ad organizzarsi e per capire come spostarsi in una città grande e articolata come lo è Roma.

“Sciopero ATAC” è diventato uno slogan, l’incubo di chi si sposta in città con i mezzi e si affida agli orari prestabiliti dello stesso ente. Cosa fare se è indetto uno sciopero? Vediamo insieme qualche accorgimento su come scoprire se è stato annunciato uno sciopero ATAC a Roma e come trovare le notizie per essere sempre aggiornati.

Come scoprire se c’è sciopero ATAC Roma oggi o domani

Lavoro, università, scuola, visite mediche, appuntamenti, tempo libero: i mezzi pubblici dovrebbero garantire il regolare raggiungimento di questi scopi. E se il problema dei mezzi pubblici romani è sempre stato l’orario ora è pressoché corretto preoccuparsi dello svolgimento dell’intero servizio della mobilità urbana.

In tempi come questi, in cui i dipendenti ATAC sono in conflitto con il sistema che li comanda, al cittadino che circola con i mezzi pubblici nella capitale non rimane che tenersi costantemente aggiornato sullo sciopero ATAC a Roma.

Ma come scoprire se uno sciopero è oggi? Innanzitutto lo sciopero è una forma di protesta riconosciuta dalla nostra stessa Costituzione (entro certi limiti), e il che la rende sì, un diritto civile del lavoratore pubblico privato, ma anche un qualcosa che ha delle leggi specifiche da rispettare nei confronti della comunità di riferimento.

Uno sciopero per considerarsi legale deve avere un preannuncio di almeno 10 giorni.

Chiaramente, tale sciopero affinché esista ha bisogno di tesi e motivazioni a sufficienza che possano sorreggere la protesta.

Per dirsi legale, uno sciopero deve anche fornire il piano organizzativo della faccenda, sarebbe a dire avvisare la comunità almeno 5 giorni prima dello sciopero riguardo i servizi essenziali garantiti: durante uno sciopero c’è sempre un numero di mezzi pubblici che garantiscono la circolazione.

Per tenersi aggiornati sugli scioperi e capire se uno sciopero è oggi o domani è consultare i siti della capitale. Sul sito ufficiale di ATAC Roma lo sciopero viene annunciato e pubblicato nella sezione apposita del sito.

InTempo Reale (categoria specifica del sito web) è possibile controllare se è stato indetto uno sciopero e quale linea esso coinvolge, dalla rete metropolitana, agli autobus e alle ferrovie. Per ogni sezione viene riportato lo “stato del servizio”, se regolare o meno, e accanto ad esso, si colloca la parte dedicata alla “accessibilità e ai servizi”, nella quale vengono dichiarate manomissioni del servizio (scale fuori uso, ascensori non funzionanti, ecc) al fine di informare il cittadino di eventuali disagi.

Un buon modo per tenersi sempre aggiornati sugli scioperi ATAC è quello di sintonizzarsi sui social ATAC per Roma. Quella dei social sembra essere la via più rapida ed efficiente per anticipare uno sciopero, perché grazie alla repentina pubblicazione dei post è possibile essere aggiornati all’istante se si è soliti seguire la pagina di riferimento.

Sulle varie pagine, infatti, è possibile scoprire gli scioperi in tempo reale grazie ai post recenti pubblicati, come nel caso di Twitter dovela voce apposita è @infoatac  oppure Atac Roma per Facebook. Inoltre, essendo un post aperto alla comunità romana, si possono seguire i vari commenti dei cittadini e scambiarsi informazioni.

L’alternativa è quella di documentarsi tramite il sito del Comune di Roma. Nella sezione “mobilità e trasporti” la piattaforma documenta anche qui in tempo reale i vari svolgimenti di uno sciopero ATAC e tutte le notizie relative a zone a traffico limitato e servizi garantiti.

Anche il Comune ha la pagina social: la pagina Roma Capitalesu Facebook mantiene aggiornati i propri cittadini-fan su scioperi e notizie riguardanti la capitale con post specifici “Info Atac”. Mettendo un follow alla pagina è possibile rimanere aggiornati in ogni minuto.

Tutti questi siti e pagine web hanno sviluppato una propria app: la stessa ATAC ha sviluppato la sua app personale, utile per capire come muoversi a Roma durante uno sciopero, e che vedremo più avanti nella sezione apposita della guida su come muoversi a Roma durante uno sciopero.

Detto ciò, queste applicazioni per smatphone sono pensate per  fornire informazioni in modo rapido e su un mezzo che usiamo sempre (il proprio telefonino). Alcune di queste app sono indispensabili in città specie per la loro caratteristica di istantaneità, vediamone due che notificano in tempo reale:

  • EASYMETRO ROMA è l’applicazione specifica della capitale del servizio EasyMetro attivo per tutta l’Italia. L’app è specifica per la mobilità della metropolitana che, oltre ad offrire servizi quali indicazioni stradale, mappe aggiornate e con street view, orari della circolazione e quant’altro, EasyMetro aggiorna in tempo reale su eventuali scioperi e disservizi delle metro A,B e C normalmente attive su Roma.
  • SCIOPERI TRASPORTI PUSH è pensata per il sistema di notifiche push, ossia, la messaggistica instantanea tipica di molte app note (come per esempio WhatsApp) che non necessita di essere scaricata dall’utente, bensì arriva automaticamente al destinatario. Generalmente è mostrata a tendina nella schermata del telefono mobile.Questo tipo di informazione push è molto utile, se pensiamo che con questo tipo di messaggistica è possibile essere informati il giorno prima di uno sciopero e dunque, potersi organizzare su come muoversi a Roma durante uno sciopero ATAC o COTRAL o quello che sia.

L’altra alternativa è quello dei notiziari: certo che se non si ha avuto modo di ascoltare il servizio al telegiornale o di ascoltare le news in radio, è sempre possibile reperire informazioni online sulle varie testate giornaliere, come RomaToday per citarne una, che tiene informati gli utenti su tutte le notizie riguardanti la capitale e gli scioperi ATAC.

Un notiziario come RomaToday offre anche la possibilità di scaricare l’app gratuita per i propri smartphone. Per chi la mobilità del servizio pubblico in città è essenziale, quest’app può essere rilevante per scoprire le ultime news su scioperi di autobus, metro e treni ATAC a Roma.

Perché ATAC sciopera sempre: i recenti motivi del disservizio a Roma

Chi vive a Roma è consapevole del fatto che uno sciopero ATAC è sempre in agguato. In questi ultimi tempi ne abbiamo sentiti tantissimi e ripetuti, che hanno creato non pochi disagi alla mobilità in città e al traffico cittadino in generale. Ma perché ATAC sciopera sempre?

Il servizio che opera nel Comune di Roma da anni soffre di gravi instabilità interne e a scatenare gli scioperi, come sempre, è il malessere dei lavoratori. I dipendenti ATAC hanno iniziato a far sentire la propria voce già da tempo, ma negli ultimi anni il loro lamento si è intensificato notevolmente, a partire da leggi che gravano a loro carico.

Qualcosa sembra essersi bloccato all’interno della società capitolina e non ha intenzione di mobilitarsi. Per anni il trasporto pubblico ha lamentato mezzi ormai vecchi e sull’orlo della rottura, fondi inesistenti e personale stanco e stufo di queste incongruenze, tant’è che si sta pensando ad un referendum per la liberalizzazione del trasporto pubblico e alla sua ipotetica messa in gara a partire dal 2021. Campanelli d’allarme che mettono in allerta i lavoratori ATAC, i quali continuano a subirne le conseguenze. È divenuta una triste retorica, quella dell’ATAC, quasi umoristica si potrebbe dire: se pensiamo all’ironia che i cittadini stessi fanno del malfunzionamento dei mezzi, ultima esilarante storia come esempio tra tutti, gli autobus in fiamme per le vie di Roma, come è accaduto qualche mese fa. Le manifestazioni da parte del personale ATAC nascono da un duro conflitto tra diritti del lavoro e quelli umani che in un sistema come Roma Capitale a quanto pare non vengono presi in considerazione.

Ecco che lo sciopero diventa l’unica arma per i dipendenti di ATAC Roma di farsi sentire e sperare di poter cambiare le carte in tavola. Lo sciopero come forma di protesta è piuttosto storica. Nel passato questa pratica per tutelarsi ha avuto dei risultati significativi, mettendosi dalla parte del cittadino-lavoratore oppresso dall’istituzione.

Con questi presupposti, lo sciopero è entrato a far parte della Costituzione Italiana non essendo più considerato come un reato (sempre con le dovute restrizioni ovviamente) bensì come un diritto del cittadino lavoratore di fronte agli abusi sul lavoro.

Le scelte delle aziende che lavorano ai vertici colpiscono direttamente i dipendenti che si trovano di fronte a situazioni quali l’aumento delle ore di lavoro, diminuzione del salario, pensione sempre più lontana e per non parlare delle condizioni delle strade di Roma che sembrano peggiorare e non essere mai sistemate a dovere.

Le varie concordanze raggiunte fino ad adesso non hanno portato a delle soluzioni concrete  e soddisfacenti per i lavoratori. E questa sospensione ha portato nell’immaginario di Roma lo sciopero ATAC come lo conosciamo oggi: usuale. E sempre più aziende, pubbliche e private che siano, abbracciano le manifestazioni,

ingrandendole e in un certo senso aggravandone il carico. Per esempio, lo sciopero aereo di giugno scorso in concomitanza con il servizio ATAC, unite nella protesta e creando maggiore disagio. Perché se da un lato il dipendente ATAC vuole, anzi, deve far sentire la sua voce, il cittadino di Roma è impossibilitato a spostarsi in città.

Come muoversi durante uno sciopero ATAC a Roma

I romani lo sanno bene: la capitale è un luogo bellissimo ma ha parecchie crepe al suo interno che aspetta solo di esserne risanata. Perciò i cittadini imparano e si adeguano in relazione alle loro necessità.

E ragioni a parte, il cittadino che non può contare sempre sul trasporto pubblico deve esser pronto a reagire a questo problema dei mezzi e sapere come muoversi durante lo sciopero ATAC a Roma. Per fortuna esistono delle alternative che si possono tenere da conto durante i periodi di protesta e che vediamo in questa guida insieme.

Aggiornarsi online sui mezzi pubblici che circolano durante uno sciopero

L’informazione prima di tutto: dal momento che si viene a conoscenza di uno sciopero dell’ATAC, è bene controllare lo stato del servizio della mobilità Come già accennato in precedenza, per controllare quale autobus/tram/metro/treno circola regolarmente a Roma è sufficiente connettersi sul sito dell’ATAC e guardare la

suddetta sezione: ogni notizia, guasto, sciopero o regolare movimento è segnalato in tempo reale con tanto di motivazione, riportata al lato dagli operatori. Questo perché non tutti i mezzi aderiscono lo sciopero e generalmente rimane sempre una linea del servizio attiva.

Oltretutto, uno sciopero ha degli orari prestabiliti per legge: va dunque verificato da che ora a che ora una metro oppure un autobus garantisce o meno il trasporto e se quel determinato mezzo viene sostituito temporaneamente da un’altra linea.

Perciò durante uno sciopero ATAC a Roma ci si può spostare grazie alle suddette fasce di garanzia, ossia l’insieme di autobus e treni garantiti comunque, nonostante lo sciopero in atto, che sia sul sito dell’ATAC che su siti di informazione è possibile trovare.

Scaricare le App sulla mobilità del trasporto pubblico a Roma

Si sa che tutto è sempre più veloce e le informazioni a portata di clic sono le migliori. Le grandi agenzie si sono adeguate a questa nuova esigenza creando applicazioni per gli smartphone che possano agevolare ed ampliare i propri servizi rendendoli al passo con i tempi.

Le applicazioni per il cellulare sono in via di forte di sviluppo nella realtà romana e si rivelano (come sempre d’altronde) il modo vincente per scoprire se c’è uno sciopero del servizio ATAC a Roma. Sapere in anticipo di uno sciopero in programma è molto importante perché permette al cittadino di potersi organizzare con i mezzi di trasporto a disposizione e, di conseguenza, trovare un modo su come muoversi durante uno sciopero ATAC a Roma, senza dover rinunciare ai propri impegni. Vediamo in questa guida quali sono le migliori app in circolazione sul trasporto pubblico che possano agevolare lo spostamento in città.

  • VIAGGIA CON ATAC è l’applicazione ufficiale di cui stiamo parlando. Anche ATAC ha sviluppato una propria app gratuita pensata apposta per il cittadino che cerca di capire come muoversi a Roma, durante uno sciopero o durante eventi eccezionali chepossano modificare il regolare svolgimento dell’attività di trasporto pubblico. Gli aggiornamenti, approfonditi nella sezione del sito web, sono qui a portata di mano. L’utilità dell’app sta nel fornire al viaggiatore il miglior percorso con i mezzi pubblici che si può compiere in quel determinato momento.Smart e comoda, pensata anche per ipovedenti, munisce il cittadino di uno strumento per ricevere informazioni sul trasporto pubblico sempre aggiornate e sul proprio cellulare. Tre sono le funzioni principali per l’utente:

    “trova linea”per ricevere tutte le info riguardo una determinata linea, come il tipo di percorso o i tempi previsti per l’arrivo.

    “tempi di attesa” che fornisce tutti gli orari di arrivo di tutti i mezzi che circolano nella  determinata linea, inserita nel campo richiesto.

    “ricerca fermate” mostra tutte le fermate più vicine sfruttando il sistema di geo-localizzazione dello smartphone.

  • MUOVERSI A ROMA è l’altra app interessante che chi circola con i mezzi pubblici non può non avere. Con questo strumento, il cittadino tenersi informato sugli ultimi aggiornamenti disponibili riguardo la mobilità nella Capitale.Zone a traffico limitato, scioperi ATAC e dei mezzi pubblici, manifestazioni, orari e fasce garantite e non saranno visibili sul proprio telefonino, rivelando anche la condizione del traffico urbano e i relativi tempi di percorrenza su tutta Roma. 
  • MOOVIT è un altro sistema mobile per contrattaccare uno sciopero ATAC a Roma. Quest’applicazione, già sovente usata per le informazioni riguardo lo spostamento, ha aggiunto una landing page che notifica in tempo reale circa gli imminenti scioperi possibili nella propria città.Per fornire le anticipazioni sullo sciopero il sistemasfrutta lo stato delle vertenze, trasformandola in un’informazione pubblica per mezzo dell’app: è chiaramente un lavoro che facilita l’informazione ufficiale del Comune di Roma.Moovit ha pensato bene di sfruttare la strategia sociale con due mosse molto interessanti per i viaggiatori in città:

    Invia/ricevi segnalazioni: grazie a questa funzione un cittadino può avvisare il pubblico attraverso la medesima applicazione, segnalando lo stato del servizio; le segnalazioni altrui, chiamati “avvisi”, possono essere utili e condivisibili (e giudicabili dalla comunità in base al grado di utilità).

    Moovit Carpool: quando si viene a conoscenza di uno sciopero viene subito il panico, se non si hanno altre possibilità di spostamento. Roma è una città grande e non sempre è possibile raggiungere la propria destinazione camminando oppure in bicicletta: e se il taxi è troppo costoso, provate Carpool di Moovit.

    Carpool è il sistema per richiedere un passaggio ad altre persone che sono dirette verso la stessa direzione, con la propria macchina. Il dispositivo è valido per gli abitanti di Roma e della regione Lazio.

Car e bike sharing per muoversi a Roma durante lo sciopero Atac

  • BlaBlaCar è uno sistema di car-sharing molto comodo in città. Se il taxi è una spesa significativa, una valida alternativa è la condivisione dell’auto con altri passeggeri diretti verso la stessa destinazione del conducente. Basta iscriversi alla piattaforma e trovare la macchina!
  • Enjoy è un altro sistema di car-sharing attivo su Roma che però si può affittare temporaneamente essendone il conducente. Il prezzo al minuto è di 20 centesimi e il pagamento avviene tutto tramite registrazione sull’app: l’unica accortezza è quello di verificare se la zona in cui andrà parcheggiata rientra nella zona delimitata e consentita al posteggio Enjoy.
  • Finalmente anche a Roma è arrivato il bike-sharing come nelle altre città italiane. Soprattutto per gli spostamenti in centro o nelle zone limitrofe, oBike è molto comoda e semplice da usare. Essendo una bicicletta, non ha troppe restrizioni. Con la registrazione all’interno dell’app si può noleggiare la bicicletta per poi riporla negli appositi parcheggi contrassegnati per il servizio. Prima di pagare, sempre tramite applicazione, è necessario bloccare la bicicletta attraverso lo smartlock, un sistema che sfrutta il bluetooth. La conferma avverrà tramite un messaggio di riuscita del blocco. Ad ogni modo, il costo è di 0,50 centesimi ogni 30 minuti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *