Miglior Neurochirurgo a Roma: quali sono i più bravi neurochirurghi per curare l’ernia del disco?

Roma pullula di medici specializzati in neurochirurgia ai quali rivolgersi, ma se si è alla ricerca di migliori ecco di seguito una lista dei luminari capitolini qualificati alla cura dell’ernia al disco.

Il neurochirurgo un medico specializzato nel trattamento di tutte le patologie che colpiscono sistema nervoso centrale ed il sistema nervoso periferico. Le zone d’interesse di questo specialista sono prettamente collo, il midollo e la colonna vertebrale.

Una delle patologie più comuni alle quali i neurochirughi cercano di dare una risposta è l’ernia del disco, ovvero un danno all’involucro del tessuto connettivo che causa la fuoriuscita del nucleo. L’ernia discale può causare forti dolori a chi ne è affetto sia nell’area di rottura, in questo caso si parla generalmente di mal di schiena, sia nella zona del corpo che subisce la pressione del nucleo. Le cause che provocano questa disfunzione non sempre sono chiare, anche se gran parte della comunità medica è concorde nel trovare nell’avanzamento dell’età un fattore comune, infatti con l’invecchiamento i dischi perdono molecole d’acqua comportando una minore flessibilità e un maggior rischio di rottura.

I migliori neurochirurgi negli ospedali pubblici di Roma

L’ospedale Agostino Gemelli rappresenta una delle punte di dimenante della sanità laziale e non solo. Per quanto riguarda il reparto di Neurochirurgia sono diversi i nomi ai quali rivolgersi se si è affetti da ernia al disco, e fra questi primo nella lista è il professor Nicola Montano.

Specializzato nel 2008, le sue aree di maggior interesse sono la neurooncologia cranico spinale e la chirurgia mini invasiva. In particolare il trattamento per il quale sono in molti a richiedere il suo aiuto è la microdiscetomia cervicale anteriore; questa tecnica interessa ovviamente i casi di ernia la disco cervicale anteriore attraverso un approccio il mese invasivo possibile,  così da garantire al paziente una degenza inferiore rispetto alla chirurgia tradizionale. I pazienti che hanno potuto affidarsi alle sapienti mani del dottor Montano hanno riscontrato un miglioramento della qualità della vita, grazie ad un sostanziale riduzione del dolore.

Altra grandissima figura di riferimento nell’ospedale Agostino Gemelli è il dottor Luca Massimi, che con oltre 2500 interventi, risulta essere uno mei maggiori specialisti del campo. La sua specializzazione è volta maggiormente verso il campo pediatrico, tuttavia la sua attività è a disposizione di grandi e piccoli. Anche il dottor Massimi, abbraccia metodo innovativi per il trattamento dell’Ernia discale tramite un approccio sempre meno invasivo.

Spostandoci al Policlinico Umberto 1, si erge il nome del professor Antonio Santoro, una vera istituzione nel mondo della neurochirurgia Romana. Il suo curriculum vanta di più di 6000 interventi e 4000 di questi come primo operatore, ad oggi oltre a fornire la sua esperienza all’università La Sapienza è direttore del reparto di Neurochirurgia del policlinico. I pazienti che si sono sottoposti alle sue cure, si dicono estremamente soddisfatti  e ne sottolineano l’umanità e la grande competenza che lo caratterizzano. Le aree di lavoro che maggiormente lo hanno visto in prima linea sono quelle che orbitano attorno alle patologie vertebra midollari, in particolare le ernie.

Ancora al policlinico un nome a cui affidare è quello del professor Ruggeri Andrea; specializzato nel 2002 in neurochirurgia, ad oggi rappresenta una sicurezza per tutti coloro che hanno patologie discali e vertebrali. I pazienti che hanno avuto modo di essere curati da lui ne sottolineano la gentilezza, la professionalità e la serietà con il quale opera nel suo campo.

All’ospedale San Filippo di Roma un importante figura nell’ambito della Neurochirurgia con particolare attenzione alle ernie al discali è il professor Shahram Sherkat. Attualmente opera come primario del reparto e docente dell’università Cattolica di Roma, e rappresenta una delle figure maggiormente apprezzate e stimate nel settore. L’attenzione alle tecniche più innovative è la chiave del suo successo, infatti il dottor Sherkat è stato uno dei primi a operare tramite le procedure stereotassiche, ovvero grazie all’aiuto di software estremamente complessi ed apparecchiature altamente tecnologiche, che lo stesso dottore ha contribuito a migliorare e rendere più efficaci in lunghi anni di studio. Grazie alla sua esperienza in ambito nazionale e internazionale, ad oggi il suo approccio nuovo volto all’abbattimento dei tempi di degenza post operatoria e di recupero, è particolarmente apprezzato dai pazienti. Pur prediligendo interventi oncologici, il dottor Sherkat è richiesto anche e soprattutto per quelli di ernia al disco.

Membro attivo nella società italiana di Neurochirurgia e apprezzato da coloro che si sono affidati alle sue cure è il dottor Giovanni Stati. Specialista nella cura di lesioni spinali, ernia al rachide, ernia al disco e tumori cerebrali, ad oggi è un grande punto di riferimento a Roma e non solo. Grazie ad una profonda esperienza ed un occhio sempre attento alle ultime innovazioni in campo medico, il dottor Stati nell’esercizio delle sua professione adotta tecniche mini invasive e innovative quali  l’utilizzo di endoscopio e neuronavigatore . Quest’ultime contribuiscono a minimizzare i tempi di recupero dopo l’intervento, favorendo la ripresa e il miglioramento della qualità della vita del paziente. Colo che si sono affidati alle sue mani esperte, lo descrivono come un professionista educato, gentile ed estremamente scrupoloso, sempre pronto ad ascoltare le esigenze e valutare insieme la terapia migliore in grado di portare alla guarigione.

Qual è il miglior neurochirurgo privato a Roma?

Oltre ad un consistente numero di ospedali pubblici, a Roma sono abbondanti anche le cliniche privati alle quali affidarsi per cercare di risolvere i propri problemi di salute. Di certo la clinica privata è un lusso che non possono permettersi in molti, per i costi a volte proibitivi, tuttavia è innegabile affermare che in queste strutture operano medici di prim’ordine e altamente qualificati.

La Mater Dei è una delle cliniche più famose e conosciute della capitale; il reparto di neurochirurgia è affidato alle mani del dottor Mario Napolitano, medico specializzato nel trattamento delle patologie cerebro spinali, in particolare le sue prestazioni sono particolarmente richieste per le ernie discali. Il suo nome è anche legato a diversi interventi ritenuti da altri impossibili, terminati con successo e con ampi plausi da parte della comunità medica italiana.

Nella struttura polispecialistica Ars Medica, coloro che sono affetti da problemi di ernie al disco, possono mettersi nelle mani del dottor Alessandro Frati; laureato nel 2000 e specializzatosi nel 2005 in neurochirurgia, ad oggi rappresenta un importante punto di riferimento anche per il mondo degli sportivi. Le sue aree di maggiore competenza sono la micro chirurgia dell’ernia del disco con tecniche meno invasive, studiate in particolare per il rapido recupero negli atleti, ma applicabili a tutti i tipi di pazienti. Negli ultimi 15 anni, il dottor Frati ha speso molto impegno nello studio delle tecnologie più innovative della micro chirurgia, avviando progetti di ricerca non solo nel territorio italiano, ma anche all’estero e sopratutto negli Stati Uniti e in Cina. Nel suo curriculum è possibile vedere quanto impegno ponga nel suo lavoro oltre che la passione, infatti oltre ad apprendere il dottor Frati, ha partecipato ad importanti studi relativi all’ernia discale proponendo e sviluppando le proprie idee. I pazienti che hanno fatto affidamento su di lui si sono detti estremamente soddisfatti, in particolare per l’umanità e l’approccio professionale ma mai distaccato con il quale si è proposto loro. Attualmente conta più di 800 interventi riusciti, fra adulti, bambini e adolescenti.

Per ciò che riguarda la storica casa di cura Santa Maria di Leuca, la soluzione dei problemi neurochirurgici è affidata alle mani del dottor Giancarlo D’Andrea.

Laureatosi in Italia, ha esteso il suo interesse verso il mondo delle patologie cerebrospinali all’estero, portando avanti di versi progetti di studio e di ricerca, in maggior modo presso l’Università di Miami. Attualmente coniuga la sua professione di stimato medico con quella del docente presso l’università Sapienza di Roma e l’università di Frosinone.

Il suo ramo di maggiore interesse, anche in questo caso si dirige verso l’ernia al disco, e proprio in questo ambito ha condotto studi innovativi , grazie alle nuove tecnologie microchirurgiche.

Gran parte dei suoi pazienti lo definiscono come un medico molto professionale, affidabile e attento ai bisogni dei malati. In particolare sono in molti che sottolineano la sua grande competenza che infonde tranquillità a chi lo ascolta.

Parando della storica casa di cura privata Villa Margherita, nel reparto di neurochirurgia è possibile rivolgersi alle cure encomiabili del professor Antonino Raco, una vera punta di diamante nella capitale. La sua area di maggiore specializzazione è la chirurgia della colonna con tecniche mini-invasive,  per ernie del disco,spondiolistesi, microinstabilità e scoliosi, inoltre negli ultimi anni ha curato pazienti affetti da tumori spinali e cerebrali. Ha eseguito più di 3000 operazioni di alta neurochirurgia come primo operatore, e moltissimi altri utilizzando tecniche di microchirurgia non invasiva. Dal 1994 ha avuto grande fama, non solo in Italia ma anche all’estero, infatti ha partecipato attivamente a numerosi congressi anche presso Harward e altre università inglesi. Il nome di Antonino Raco è quello ai quali molti decidono di ricorrere per risolvere le patologie spino- cerebrali, in quanto si contraddistingue per la grande professionalità con la quale svolge quotidianamente  il suo mestiere.

Per quanto riguarda l’excursus nelle cliniche private, è bene citare anche l’encomiabile lavoro svolto dai medici neurochirurgici dell’ European Hospital, ed in particolare dal professor Romano Greco. Nella sanità capitolina a questo nome è associato un gran prestigio, in quanto nella sua carriera il dottore in questione vanta centinaia di interventi portati a termine con tecniche innovative e sperimentali. Attualmente il suo interesse è rivolto alla  neurochirurgia  spinale con particolare riguardo alla colonna cervicale e alla microchirurgia dell’ernia del disco. Fino ad ovvi la sua esperienza, come primo operatore e non conta 5000 interventi portati a termine con ampi ringraziamenti da parte dei pazienti.

I migliori neurochirurghi nella provincia di Roma

Spostandoci un po’ fuori dal centro di Roma è possibile trovare altrettanti professionisti altamente qualificati per risolvere tutte le problematiche relative all’ernia al disco.

Nelle zone di Guidonia Montecelio un nome particolarmente apprezzato è quello del dottor Alessandro Landi, il quale attualmente svolge la sua professione all’interno del centro polispecialistico Euromed. I pazienti apprezzano del dottor Landi il suo carattere rassicurante e pacato, tratti essenziali per un medico. Nonostante l’atteggiamento definito da grande umanità il dottor Landi risulta essere allo stesso tempo estremamente competente, deciso e sicuro nell’iter da percorrere verso la guarigione. Anche lui come molti suoi colleghi predilige affrontare l’ernia discale tramite interventi il meno invasivi possibili, utilizzando tecniche innovative e strumenti altamente tecnologici. La sua esperienza deriva anche dalla partecipazione a convegni nazionali e internazionali e dai vari corsi di specializzazione sulla cura delle patologie del rachide. Essendo a sua volta un ex atleta, conosce l’importanza di ridurre al minimo i tempi di recupero, specialmente per questa categoria di pazienti, a questo fine la sua ricerca è impegnata alla sperimentazione di tecniche ideali a minimizzare la degenza post operatoria velocizzando la guarigione.Infatti Il dottor Landi è uno dei neurochirurghi che predilige effettuare interventi pericutanei, o di chirurgia open.

A Fonte Nuova, sempre in provincia di Roma il nome di PierLuigi Rocco rappresenta una sicurezza per chi soffre di patologie neurochirurghe. Specialista da ben sei anni nel settore, il ramo che lo  vede maggiormente occupato è quello relativo alla chirurgia vertebrale degenerativa sia open che mininvasiva percutanea e alla terapia del dolore. Sin dagli studi il suo interesse si è rivolto maggiormente alle problematiche relative alla colonna vertebrale, così nel corso della sua carriera ha approfondito dalle tecniche operatorie più semplici, alla biomeccanica, agli interventi più complessi e innovativi. A detta dei pazienti il dottor Rocco risulta essere molto disponibile e attento alle problematiche esposte durante la visita.

Per quanto riguarda Monterotondo, la figura del neurochirurgo Alessandro Cesaroni rappresenta un’istituzione. I moltissimi pazienti che si sono affidati alle sue cure, lo descrivono come una persona molto competente e ricca di professionalità, ma allo stesso tempo dotata di una grande umanità e disponibilità nel rispondere alle domande e ai dubbi di coloro che decidono di affidarsi alle sue mani. Specializzato sopratutto nel trattamento dell’ernia al disco, i suoi interventi vertono anche in vertoplastiche percutanee, e trattamenti  di traumi della colonna come l’ingabbiamento delle lombosacrali. Le tecniche usate sono in linea con le innovazioni e le ricerche in campo medico, sfruttando anche nuove sperimentazioni provenienti dall’estero. Sicuramente una figura di rilievo per chi vuole risolvere il problema dell’ernia al disco.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *