Approdo 56: il ristorante di pesce al Pigneto dove “comanda il mare”

E’ proprio il caso di dire che da Approdo 56, ristorante di pesce situato nel cuore del quartiere Pigneto a Roma, il mare comanda a tutti gli effetti. Un lavoro in meno per l’oste Luca Pellegrini e per lo chef Pietro Mirto Randazzo, che possono “limitarsi” a far sentire a casa i propri clienti-ospiti e coccolarli con pietanze di mare squisite e originali, senza preoccuparsi del menù che per l’appunto viene deciso quotidianamente dal mare. Ciò è sinonimo di pesce fresco e di novità che spingono gli ospiti a tornare per provare qualche nuova prelibatezza a sorpresa.

Pesce fresco dal mare alla tavola: ecco cosa potrete gustare da Approdo 56

Da Approdo 56 il menù cambia continuamente, in media 3-4 volte alla settimana (in base alla pesca del giorno e alla stagionalità) come tengono a sottolineare i due soci Luca e Pietro: ciò non fa altro che confermare ancora una volta il motto “comanda il mare“. La recensione dei piatti che state per leggere, frutto della nostra personale esperienza sulla tavola di Approdo 56, rimane dunque unica come qualsiasi altra testimonianza che potrete avere da amici e conoscenti. Il bello di provare una nuova esperienza e nuovi sapori ogni volta che si torna in questo ristorante di pesce, come se fosse la prima.

Partiamo con il menù, molto elegante all’esterno e chiaro all’interno, composto da quattro piatti per portata che a nostro avviso corrispondono al giusto compromesso per dare al cliente un numero sufficiente di opzioni senza creare eccessivo imbarazzo nella scelta.

Bauletto di salmone affumicato, formaggio caprino e zucchine, su salsa al basilico

Tra gli antipasti abbiamo provato delle deliziose polpettine di tonno, ma la nota di merito va al bauletto di salmone affumicato, caprino e zucchine, su salsa al basilico: un accostamento di sapori azzeccato in pieno dallo chef, che propone un piatto più unico che raro. Nel menù del giorno va segnalata anche la presenza della mozzarella di bufala alla piastra con alici e bottarga, oltre al sauté di cozze per chi vuole andare più sul classico e al carpaccio di pesce castagna per chi invece intende puntare su un piatto ricercato.

Zuppa alla civitavecchiese

Tra i primi piatti due piacevoli sorprese: ravioli di alici con salsa alla marinara, dove a conquistarci è stato il sapore deciso delle alici (ripieno dei ravioli) che grazie all’unione col pomodoro fresco risulta assai gradevole al palato, e una speciale minestra di pesce alla civitavecchiese, dal sapore intenso offerto da pesci troppo piccoli per essere mangiati, i quali vengono impiegati come da tradizione per la preparazione di questa particolare zuppa.

Salsiccia di tonno alla griglia

Mangiarle con carne di maiale capita molto frequentemente, ma trovare lo stesso aspetto in particolari salsicce di tonno alla griglia è stata un’esperienza curiosa e piacevole allo stesso tempo, così come la degustazione di un crostino di pane con ottima cicoria ripassata che ha accompagnato questo secondo piatto.

Mousse di ricotta caprina

Per chiudere in bellezza arriviamo al capitolo dolci. Ci è stato servito un tiramisù molto buono, ma ciò che ci ha veramente sorpreso (e che consigliamo vivamente di provare) è la mousse di ricotta caprina: semplice e dal sapore delicato, è apprezzabile a pieno dal primo all’ultimo cucchiaino e ideale per chiudere in bellezza una cena qualitativamente impeccabile.

Ad impreziosire il tutto un buon vino bianco Frascati Superiore DOCG del Vigneto Santa Teresa (Fontana Candida), in grado di accostarsi perfettamente ai sapori. Sulla carta è inoltre presente una vasta scelta di vini bianchi di ogni tipologia e fascia di prezzo, che permette al ristoratore di andare incontro ad ogni esigenza del cliente.

Da Approdo 56 come a casa: il punto sulla location, il servizio e i prezzi

L’accoglienza è di casa da Approdo 56. Ve ne accorgerete dopo meno di cinque minuti, dal momento in cui l’oste e socio Luca Pellegrini vi accompagnerà al tavolo e vi descriverà con attenzione i piatti del giorno, lasciando inevitabilmente trasparire innate doti come passione, esperienza e dedizione che alla pari dello chef e compagno di avventura Pietro Mirto Randazzo mette nel suo lavoro. Gli ospiti verranno così instradati verso i sapori del giorno con professionalità, cordialità e senza alcun senso di invadenza.

La location, che si presenta elegante e casareccia allo stesso tempo, è versatile e rende l’idea di potersi adattare ad una cena intima di coppia, un pranzo domenicale tra parenti o una reunion di qualità tra amici o colleghi con assoluta appropriatezza. Insomma, sia che stiate cercando un ristorante romantico per portare a cena la vostra anima gemella, sia che vogliate proporre ai vostri amici una trattoria di pesce a prezzi onesti, la risposta per andare sul sicuro è Approdo 56.

Proprio riguardo i prezzi teniamo a sottolineare un altro marchio di fabbrica. Difficilmente un ristorante di pesce fresco riesce ad uscire dallo standard “qualità a caro prezzo”, ma le sfide sono di casa da Approdo 56, che oltre a poter vantare – come già visto – un menù unico nel suo genere (vincendo a mani basse la sfida con i tanti classici ristoranti che si limitano a proporre esclusivamente i soliti spaghetti alle vongole, risotto alla crema di scampi o alla pescatora), si prende cura dei suoi ospiti fino al conto finale. Il prezzo medio a coperto si aggira sui 30 euro, cifra che risulta totalmente in linea con la qualità dei piatti. Una scelta non certo casuale dei due proprietari, che non nascondono l’obiettivo di voler soddisfare le esigenze di ogni singolo cliente senza limiti di target, compresi i più giovani (considerando che il Pigneto è un quartiere ad alta densità di studenti universitari) alla ricerca di un buon ristorante di pesce che non costi una fortuna.

Da segnalare la sicurezza e il pieno rispetto delle normative anti-Covid: distanziamento a norma (in questo periodo sono utilizzabili circa 20 coperti, anziché i 40 che consentirebbe il locale) e personale che indossa regolare mascherina.

Per l’immediato futuro è inoltre previsto l’impiego dell’area esterna per ben 15 metri quadrati, che potranno ospitare una decina di persone sia nella stagione primaverile-estiva, sia nei mesi più freddi grazie all’installazione di funghi riscaldanti.

Le info su Approdo 56: indirizzo, giorni di apertura, contatti e parcheggio

Il ristorante Approdo 56 si trova a Roma (zona Pigneto) in Via Augusto Dulceri, 56 ed è aperto solo a cena dal martedì al sabato, mentre la domenica soltanto a pranzo. La giornata di chiusura è il lunedì.

Potete contattare il ristorante telefonicamente ai numeri 06.7858198 (fisso) e 339.8501181 (mobile) o tramite mail all’indirizzo info@approdo56.it. Sono inoltre attivi i canali social di Facebook (Ristorante Approdo 56) e Instagram (approdo56) costantemente aggiornati con informazioni, novità e tante foto dei piatti.

Da segnalare la convenzione stipulata da Approdo 56 con un parcheggio privato nelle immediate vicinanze, che risolve un problema non da poco. In alternativa, potrete raggiungere facilmente il ristorante con i mezzi, vista la vicinanza (10 minuti a piedi) con la stazione della metropolitana Malatesta – Linea C.

Un sentito ringraziamento a Cristina Orazi (ufficio stampa), alla fotografa Linda Di Salvo, a Luca Pellegrini e Pietro Mirto Randazzo per la gentile accoglienza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *