Musei Gratis Roma 2022: elenco, prenotazioni, date, domenica gratuita e quali lo sono sempre

Quando si ha voglia di fare una gita fuori porta, Roma rimane sempre tra i primi posti. La Capitale infatti non offre solo scorsi e paesaggi unici al mondo, ma è una città ricchissima di arte e storia, grazie agli innumerevoli musei e luoghi di cultura che è possibile visitare. In questo articolo vedremo quali sono i musei gratis di Roma, il calendario delle aperture domenicali e festive per il 2022 e come prenotare le vostre visite. 

Elenco musei gratuiti a Roma durante la prima domenica del mese

Approfittare della domenica per andare a visitare un museo, magari mai visto precedentemente, è sicuramente una valida scelta alternativa. Inoltre, a Roma, sono numerosi i musei che hanno scelto di incentivare la cittadinanza ad avvicinarsi all’arte e alla cultura, attraverso le aperture straordinarie. Tra queste, le aperture più gettonate e che hanno riscontrato un grande successo in termini di visite, sono state sicuramente le aperture gratuite delle domeniche.

L’iniziativa si chiama Una Domenica al Museo e prevede l’apertura gratuita di alcuni musei della città di Roma nella prima domenica del mese. Trattandosi di un’iniziativa statale, promossa per la prima volta nel 2017, i musei coinvolti nel progetto sono tutti quelli statali, comprese le aree archeologiche statali e, in alcuni casi, anche i musei comunali. In questo caso però, la visita gratuita vale solamente per le collezioni permanenti del museo, mentre sono rimangono a pagamento le mostre temporanee ospitate dai musei comunali. Pertanto, se siete interessati a visitare una mostra temporanea allestita presso un museo comunale, conviene sempre prima consultare il sito ufficiale per essere informati sulle mostre gratuite e quelle a pagamento.

Ancora non vi sono date certe su quando dovrebbe verificarsi la prossima apertura domenicale gratuita, ma in accordo con le attuali normative in materia di contenimento del contagio da Covi-19, dovrebbe senz’altro ripetersi quanto prima la positiva esperienza. Tuttavia, siccome si tratta di un’iniziativa che ha riscontrato grande successo, è probabile che si riscontrano lunghe code di attesa per entrare ai musei, quindi: occorre armarsi di pazienza e di un paio di musei in alternativa che potete considerare di vedere nel caso in cui fosse impossibile avere accesso alla prima scelta.

Come accennato poco sopra, i musei che aderiscono al progetto della prima domenica del mese gratis sono soprattutto quelli statali, tra questi segnaliamo i più importanti:

Colosseo

L’area archeologica nei pressi del Colosseo è visitabile gratuitamente la prima domenica del mese. Per ulteriori informazioni relative ai siti visitabili si consiglia di consultare il sito ufficiale del Parco archeologico, dove sono specificate anche le aree incluse nel percorso turistico.

Fori Imperiali

Il percorso comincia dalla colonna traiana e prosegue fino ai fori di Traiano, Cesare e Nerva. Una visita ideale soprattutto in una domenica soleggiata: camminare tra i resti delle antiche vestigia romane non ha prezzo e si ha la netta impressione di camminare nella storia.

Galleria Borghese

Tra i musei più conosciuti di Roma, all’interno di esso è ospitata l’intera collezione del cardinale Scipione Borghese. L’enorme e storica villa è ospitata all’interno del parco che offre uno sfondo perfetto alla Galleria. Ideale per concludere in bellezza la domenica al museo.

Il Vittoriano

Sede di numerose mostre temporanee, il Vittoriano conserva anche un inestimabile patrimonio permanente che forse pochi conoscono e che vale la pena approfittare di vedere durante le aperture gratuite.

Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea (GNAM)

Se invece siete interessati all’arte più recente, una visita allo GNAM è l’ideale. Il museo ospita le collezioni d’arte italiana e straniera prodotti tra il XIX e il XXI secolo.

Domenica gratis al museo a Roma: calendario 2022

L’iniziativa delle domeniche al museo è un’iniziativa che, pur vantaggiosa che sia, non avviene tutto l’anno. L’ultima domenica gratis al museo è avvenuta lo scorso 6 marzo 2022 ed è stata l’ultima del ciclo di domeniche gratuite. Ogni anno infatti, il progetto che prevede l’accesso gratuito ai musei statali nella prima domenica del mese avviene solamente nel periodo ottobre – marzo.

Pertanto, come è prevedibile, il nuovo ciclo di aperture straordinarie gratuite nella prima domenica del mese dovrebbe verificarsi nuovamente nel periodo ottobre 2022/marzo 2023, secondo il seguente calendario:

  • 2 ottobre 2022;
  • 6 novembre 2022;
  • 4 dicembre 2022;
  • 8 gennaio 2023;
  • 5 febbraio 2023;
  • 5 marzo 2023.

Naturalmente per avere informazioni più certe e dettagliate sarebbe opportuno consultare sempre i siti ufficiali dei musei, oppure i siti del Mic e della rete dei Musei in Comune Roma. Non è detto infatti che l’esperienza non possa ripetersi anche al di fuori del periodo previsto.

Prenotazioni nei musei gratis a Roma nella prima domenica del mese

Alla luce del perdurare dell’emergenza sanitaria ancora in corso e, soprattutto, per evitare lunghe e interminabili code di attesa è sempre consigliabile prenotare la propria visita al museo, anche se la giornata prevede un accesso gratuito a tutti i visitatori. La prenotazione infatti è sempre gradita, non solo perché consente al personale di organizzare al meglio le visite, ma anche perché grazie alla prenotazione i visitatori possono evitare di attendere di entrare al museo, talvolta molte ore, con il rischio magari di non godere appieno della visita o, nel peggiore dei casi, di non riuscire proprio ad entrare. Per effettuare la prenotazione nella prima domenica del mese occorrerà contattare direttamente il museo prescelto attraverso il numero telefonico ufficiale oppure visitando direttamente il sito ufficiale, presso il quale sarà possibile trovare ogni utile informazione relativa all’ingresso ai musei. Potrà capitare, in fase di prenotazione che vengano proposte fasce orarie per le visite, così da consentire di gestire al meglio l’afflusso intenso di visitatori.

Naturalmente la prenotazione non è obbligatoria, ma è quasi sempre facoltativa, pertanto è pensabile immaginare di potersi recare liberamente presso uno dei tanti musei aderenti all’iniziativa e aspettare il proprio turno per entrare.    

Quali musei di Roma sono sempre gratis?

Se avete perso l’iniziativa #UnaDomenicaAlMuseo, non c’è da preoccuparsi perché a Roma, fortunatamente, vi sono davvero tantissimi musei il cui accesso è per tutto l’anno. Alcuni di essi sono aperti regolarmente tutto l’anno e aprono le porte delle proprie collezioni su prenotazione, altri, addirittura offrono anche la possibilità di godere di una visita guidata totalmente gratuita. I musei che sono gratis tutto l’anno sono davvero moltissimi e coprono praticamente tutte le aree tematiche: dall’archeologia, all’arte contemporanea. Di seguito, si segnalano i più importanti:

Museo di Casal de’ Pazzi

Si tratta di un museo davvero unico nel panorama romano, poiché ricostruisce l’ambiente preistorico che un tempo sorgeva nell’area occupata dal museo. Particolarmente adatto a bambini e famiglie, il museo può essere visitato gratuitamente ma con prenotazione obbligatoria (numero di telefono 060608).

Villa di Massenzio

Si tratta di un imponente complesso archeologico che si snoda lungo il percorso della Via Appia Antica. Fanno parte del complesso il palazzo, il circo e il famoso mausoleo. Le visite che vengono organizzate sono completamente gratuite e per prenotare la visita occorre visitare il sito ufficiale dove è possibile trovare ogni genere di informazione.

Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco

Il museo è ospitato presso il palazzo cinquecentesco chiamato Farnesina ai Baullari e conserva la collezione privata di scultura antiche (egizie, etrusche, assire, greche e romane) raccolte negli anni da Giovanni Barracco (politico e studioso appassionato di arte). L’ingresso è gratuito, ma le visite comprensive di audioguide costano 4 euro. per le prenotazioni occorre consultare il sito ufficiale del museo.

Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti Decorative, il Costume e la Moda

Il museo ospita mobili, accessori, costume e oggetti d’arte  rappresentativi del concetto del Made in Italy. Una raccolta di oggetti davvero eterogenea e ricca. La mostra è ospitata all’interno di un palazzo a sua volta davvero ricco di storia e fascino. L’ingresso è sempre libero e non occorre prenotare.

Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina

Il museo raccoglie cimeli, oggetti e opere del periodo della Repubblica romana (1848-1849), una tappa obbligata per gli appassionati del periodo Risorgimentale e per gli studiosi del settore, ma anche per chi conosce poco quel periodo fondamentale per la storia della città. L’entrata è sempre gratuita, ma è consigliabile visitare il museo soprattutto nei week end e nei festivi, quando l’orario di apertura è esteso e si entra senza contingentamento.

Questi sono solamente alcuni dei musei romani aperti gratuitamente tutto l’anno, ma naturalmente ve ne sono davvero tanti altri tra cui scegliere, i quali raccolgono collezione davvero uniche al mondo, come: il museo dell’Accademia nazionale di San Luca, il museo Hendrik Christian Andersen, lo studio-casa Luigi Pirandello, il museo Napoleonico, ecc.

Per avere informazioni dettagliate sugli orari e le condizioni di visita sarà sufficiente collegarsi ai siti ufficiali dei rispettivi musei.

Musei gratis a Roma in date speciali: 8 marzo, 25 aprile e altre ricorrenze

Sono inoltre numerosi i musei che osservano aperture gratuite straordinarie in concomitanza di feste e ricorrenze. Di solito in occasione di ricorrenze particolari i grandi musei statali e quelli appartenenti alla rete dei musei civici offrono tariffe agevolate o entrate gratuite a particolari tipologie di visitatori, come ad esempio per l’8 marzo, in occasione della giornata internazionale della donna, durante la quale è concesso a ogni donna di visitare gratuitamente tutti i musei statali della città. Tra gli ingressi gratuiti previsti per l’occasione vi sono quelli al Museo nazionale Romano (al Parco Archeologico di Ostia Antica), al Museo nazionale di Castel Sant’Angelo. Inoltre, tra gli altri musei che aderiscono all’iniziativa vi sono Villa Adriana e Villa d’Este.

Altri musei e luoghi della cultura restano invece aperti in occasione di ricorrenze come il 25 aprile, durante la quale la cittadinanza ha libero accesso a tutti i luoghi e i musei che conservano testimonianze della seconda guerra mondiale, al fine di educare i visitatori a conoscere le vicende di cui Roma è stata teatro in quei difficili anni. Tra i musei e i luoghi di questo genere troviamo: la Centrale Montemartini, il Ponte di Ferro e passeggiate guidate per i luoghi simbolo dei quartieri Garbatella e Trastevere.

In occasione di ricorrenze e anniversari specifici si consiglia di consultare sempre i siti ufficiali dei musei per conoscere le condizioni straordinarie di apertura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.