Mostra Van Gogh Palazzo Bonaparte di Roma 2022-2023: recensione, date e orari, prezzi dei biglietti

Per tutta la fine del 2022 e per alcuni mesi del 2023 è in corso, a Roma, l’attesissima mostra su Van Gogh a Palazzo Bonaparte.

Per gli amanti della storia dell’arte, ma anche per chi desidera passare un pomeriggio alternativo, segnaliamo la guida completa alla mostra, le date, gli orari e i prezzi dei biglietti per visitare una delle mostre più interessanti dell’anno. 

Recensione sulla Mostra di Van Gogh a Roma (Palazzo Bonaparte): guida completa

Quella in esposizione a Roma nei prossimi mesi, è una mostra davvero unica poiché intende celebrare la parabola umana e artistica di uno dei protagonisti indiscussi dell’arte mondiale, stiamo parlando di Vincent Van Gogh.

La mostra ospitata dalla Capitale è stata organizzata per celebrare il 170 esimo anniversario della nascita di Van Gogh, il quale nacque il 30 marzo del 1853.

Per l’occasione sono state prese in prestito opere, per lo più sconosciute, provenienti dal Kröller – Müller Museum di Otterlo (Paesi Bassi), il museo che raccoglie la più vasta e pregevole collezione al mondo di opere realizzate dal pittore olandese. Tutte le opere che sono conservate al museo di Otterlo sono state raccolte da un illustre protagonista del collezionismo internazionale, Helene Kröller Müller, esperta e amante d’arte di origine tedesca la quale, nel corso della sua vita, insieme al marito Anton, ha raccolto – tra gli altri – una cinquantina di pezzi unici realizzati dal pittore Vincent Van Gogh. Proprio questo corpus di opere è confluito nel museo intitolato alla collezionista tedesca ed è oggi esposto temporaneamente a Roma, presso il bellissimo Palazzo Bonaparte. Chi avrà modo di andare a visitare le mostra potrà godere appieno di un’esperienza immersiva dove arte e vita si mescolano totalmente. 

Il percorso espositivo segue, in ordine cronologico, tutti i momenti artistici attraversati dal pittore nel corso di tutta la sua vita: si parte con le opere appartenenti al periodo giovanile che mostrano uno stile decisamente crudo e realistico. A questo periodo appartengono gli scuri paesaggi e le scene ritratte del mondo contadino dove emerge con forza lo stretto rapporto che Van Gogh aveva con il concetto del realistico

Proseguendo con il percorso si nota come particolare enfasi viene posta sul periodo parigino dove il pittore comincia a studiare attentamente e assiduamente il colore, ispirato dagli insegnamenti dei suoi colleghi e amici impressionisti. Le opere appartenenti a questo periodo sono il nucleo centrale dell’intera collezione e anche quella a cui appartengono i dipinti più conosciuti. Accresce anche in questo periodo l’interesse per la fisionomia umana, non a caso è in questo periodo che si colloca il famoso Autoritratto su fondo azzurro, datato 1887. La rassegna espositiva si chiude poi con le opere collocate al terzo piano del Palazzo, dove trovano posto le opere realizzate negli ultimi anni di vita del pittore, tra gli anni ‘88-’90, gli anni più difficili per l’artista, aggravato dai problemi psichiatrici e dalla forte depressione. Le tele appartenenti a questo periodo hanno perso la vivacità cromatica del periodo parigino per lasciare posto a tele di forte inquietudine, dove i contrasti cromatici diventano sempre più forti e i paesaggi sempre più simili a vortici risucchianti e precipizi scoscesi.

Il taglio espositivo e didattico delle sale è pensato appositamente per consentire a ogni visitatore, anche al meno esperto, di poter fruire dell’esperienza di visita. Presso le sale sarà possibile leggere i tabelloni crono geografici che consentono di avere sempre sott’occhio gli spostamenti spazio temporali del pittore. Inoltre è possibile usufruire di audioguide in modo da ascoltare i contenuti multimediali che arricchiranno moltissimo la visita, come filmati e audio che danno vita alle tantissime lettere al fratello Theo, nelle quali si trovano i pensieri più veri e intimi del pittore sulla vita, la morta, l’arte e sulla sua idea di pittura.

Attraverso le opere in mostra a Palazzo Bonaparte è possibile delineare un ritratto dell’artista lontano dalla credenza comune che vede nell’arte di Van Gogh la sola espressione di una mente disturbata e difficile e invece molto più vicino alla prova concreta che il tormento personale e artistico di Van Gogh era in realtà espressione di una forte e straordinaria vitalità, non esente da dolore e sofferenza, ma senz’altro vibrante e fiera.

Fino a quando ci sarà la Mostra di Van Gogh a Roma nel 2022: date e orari di apertura

La mostra su Van Gogh, ospitata a Palazzo Bonaparte, si terrà dall’8 ottobre 2022 fino al 26 marzo 2023. Gli orari di apertura della mostra saranno:

  • lun – ven: 9.00-19.00;
  • sab – dom: 9.00-19.00.

Durante il periodo sono inoltre previste delle aperture straordinarie nelle seguenti giornate e nei seguenti orari:

  • Martedì 1 Novembre: 9.00-21.00;
  • Giovedì 8 Dicembre: 9.00-21.00;
  • Sabato 24 Dicembre: 9.00-16.00;
  • Domenica 25 Dicembre: 16.00-21.00;
  • Lunedì 26 Dicembre: 9.00-21.00;
  • Sabato 31 Dicembre: 9.00-16.00;
  • Domenica 1 Gennaio: 16.00-21.00;
  • Venerdì 6 Gennaio: 9.00-21.00.

Biglietti Mostra Van Gogh Roma 2022: prezzi e modalità di acquisto

Il biglietto per visitare la mostra ha un costo di 18 euro (comprensivo di audioguida). Tuttavia sono previste delle riduzioni, come segue:

  • 16 euro: over 65 anni; ragazzi 11-18 anni non compiuti; studenti fino a 26 anni non compiuti (muniti di documento); Forze dell’Ordine; diversamente abili; giornalisti con tessera dell’Ordine Nazionale; possessori Card Arthemisia; possessori abbonamento annuale Metrobus Card (solo il mercoledì) e gruppi (min 7 e max 20 persone);
  • 14 euro: studenti universitari senza limiti di età, ogni martedì, festivi esclusi;
  • 9 euro: per chi ha un biglietto Freccia Rossa, Freccia Bianca, Freccia Argento con data anteriore entro 2 giorni prima della visita;
  • 8 euro: ridotto bambini dai 4 agli 11 anni non compiuti
  • 7 euro: ridotto scuole (min 7 e max 20 persone, microfonaggio obbligatorio per scuole secondarie).

I biglietti possono essere acquistati direttamente in biglietteria, altrimenti on line, sul sito ufficiale della mostra usufruendo del diritto di prenotazione al costo di 1.50 euro, da aggiungere al prezzo del biglietto che andrà ritirato direttamente in biglietteria.

Sono infine esentati dal pagamento del biglietto, le seguenti categorie:

  • bambini fino ai 4 anni (non compiuti);
  • guida di gruppo;
  • insegnanti con gruppo;
  • soci ICOM;
  • accompagnatore disabile;
  • possessore VIP Card Arthemisia;
  • giornalisti con richiesta di accredito.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.