Concerto Vasco Rossi Roma 2018: date, biglietti e scaletta canzoni allo Stadio Olimpico

Vasco Rossi sarà in concerto allo Stadio Olimpico di Roma nel 2018: il rocker è già pronto per tornare a calcare i maggiori palcoscenici d’Italia in vista del suo nuovo tour. Vediamo allora di saperne di più, andando a scoprire quali date sono previste, come fare per acquistare i biglietti e quali canzoni proporrà nella scaletta allo Stadio Olimpico.

Vasco Rossi, concerto a Roma 2018: date e biglietti VivaTicket

C’era addirittura chi pensava che il grande evento del Modena Park della scorsa estate, potesse segnare il passo d’addio di Vasco Rossi alla musica, o comunque a quella dal vivo, davanti a migliaia e migliaia di persone; e invece il rocker modenese rilancia ancora e lo fa alla grande: non un nuovo tour nei palasport, come si era vociferato qualche tempo fa, ma addirittura negli stadi. La tournee inizierà ufficialmente l’1 giugno, esattamente undici mesi dopo il Modena Park, e lo vedrà impegnato in dieci date ufficiali (ma potrebbero aumentare), in sei città italiane: si parte allo Stadio Olimpico di Torino, dunque, con le due date iniziali, quelle dell’1 e 2 giugno. Si prosegue a Padova, allo Stadio Euganeo, il 6 e 7 giugno; ecco che arriva la volta di Roma e dello Stadio Olimpico, questa volta l’11 e il 12 giugno. Al sud Italia niente Napoli per ora, ma Bari allo Stadio San Nicola, il 16 e il 17 giugno, e si chiude a Messina, allo Stadio San Filippo, il 21 giugno. Alla fine a queste cinque città italiane, è stata aggiunta anche Lignano, considerata la data zero dalla quale partirà il tour: il 27 maggio, infatti, Vasco lo aprirà ufficialmente allo stadio Teghil. Le date previste a Roma, quindi, sono due solamente, a meno di aggiunte strada facendo, a metà giugno: un’occasione imperdibile per tutti i sostenitori del Blasco, che potranno rivederlo nuovamente in un concerto grandioso.

I biglietti sono disponibili già da metà dicembre, quindi chi non li ha ancora acquistati farebbe meglio a rimediare subito, calcolando anche gli iscritti al fanclub ufficiale, il Blasco Fanclub, hanno avuto un giorno di prevendita in più, il 13 dicembre. Il Vasco Non Stop Live tour 2018, questo il nome ufficiale del gruppo di eventi, prevede come al solito l’arrivo di un gran numero di persone, soprattutto nella capitale, Roma; vediamo quindi di capire come acquistare i biglietti. Innanzitutto gli unici tagliandi che verranno accettati all’ingresso sono quelli regolarmente acquistati dai canali ufficiali: il sito Vivaticket e i punti vendita. I biglietti saranno nominali e se deciderete di acquistarli online, allora vi verranno spediti a casa tramite corriere, con un supplemento per la spedizione a domicilio, mentre a chi si recherà ai vari gabbiotti, il biglietto verrà consegnato al momento stesso dell’acquisto. Infine ricordate che il biglietto dovrete averlo sempre con voi e non vi sarà permesso di uscire e rientrare una volta che avrete passato i controlli.

Scaletta Vasco Rossi allo Stadio Olimpico di Roma: quali canzoni ci saranno?

Una volta sapute le date e le città nelle quali Vasco Rossi tornerà in questo 2018, la domanda che molti si pongono a proposito del Vasco Non Stop Live Tour 2018 riguarda la scaletta: quali canzoni canterà? Ebbene allo Stadio Olimpico di Roma, come nelle altre tappe, per i fans ci saranno delle belle sorprese: sembra, infatti, che tutto il team di musicisti e di collaboratori del Blasco stia lavorando alla ricerca di nuove sonorità, ancora più rock del solito. Sebbene, quindi, sia troppo presto per fare delle previsioni esatte, la scaletta dovrebbe includere le canzoni più “dure” di Vasco Rossi, o almeno delle forti rivisitazioni in chiave rock.

La ricerca di nuovi sound è confermata anche dal fatto che il celebre sassofonista Andrea Innesto, detto Cucchia, è stato escluso da questo tour, perché la musicalità prescelta non richiede evidentemente l’uso del sax. D’altro canto è stato proprio l’ufficio stampa di Vasco Rossi a chiarire che si ambisce ad una scaletta innovativa, che miri ad una ripresa delle sonorità e delle canzoni più amate del Blasco, unita però a suoni e arrangiamenti nuovi, rigorosamente in chiave rock. Per il sax di Cucchia non c’è posto, quindi, ma non si esclude l’ingresso di nuove figure che possano portare una ventata di novità e nuove sonorità alla storica band.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *