Costo Biglietti Roma Euro 2020: quanto costano i biglietti per le partite allo Stadio Olimpico?

Ai prossimi Europei di calcio 2020 mancano ancora diversi mesi ma sono già moltissimi i tifosi e gli appassionati che si sono accaparrati i biglietti per i match che verranno disputati allo Stadio Olimpico di Roma o che stanno dando la caccia ai biglietti con i prezzi migliori per assistere alle partite programmate nella Capitale. In questo articolo vi daremo tutte le informazioni necessarie riguardo alle partite degli Europei di calcio che si giocheranno a Roma e rispetto ai prezzi dei biglietti.

Euro 2020 a Roma: prezzi dei biglietti e date delle partite allo Stadio Olimpico

Come abbiamo detto in apertura, è ancora piuttosto lunga l’attesa che ci separa dagli Europei di calcio 2020, disputati per la prima volta in forma itinerante in vari Stati e città dell’Unione Europea: il fischio d’inizio è previsto infatti per il 12 giugno 2020 e la partita inaugurale sarà disputata proprio a Roma, allo Stadio Olimpico. Nonostante la distanza temporale che intercorre tra oggi e l’avvio della manifestazione calcistica, vero e proprio evento sportivo e mediatico di prima grandezza nel panorama continentale, i tifosi che sono alla ricerca di biglietti ai prezzi migliori sono già tantissimi. Le partite che saranno disputate nell’Urbe saranno infatti quattro: oltre a quella d’apertura, il 12 giugno 2020, si giocherà di nuovo nello stadio della Capitale il 17 ed il 21 giugno 2020 e, infine, il 4 luglio 2020, data in cui è previsto uno degli incontri dei quarti di finale. Le partite saranno disputate come detto presso l’impianto dell’Olimpico, gestito e coordinato da Coni. I tifosi e gli appassionati di calcio sono già comprensibilmente in fermento ed indaffarati nella corsa ai biglietti anche per un altro motivo, non secondario: se l’Italia si qualificasse e guadagnasse l’accesso al torneo (cosa che probabilmente accadrà, vista l’ottima posizione che riveste all’interno del proprio girone), gli Azzurri, guidati da Roberto Mancini, potrebbero giocare ben due partite “in casa”, su suolo romano.

Lo scorso 12 giugno, ad un anno esatto dall’inizio della competizione, la Uefa ha diffuso le modalità e i prezzi dei biglietti per tutte le partite degli Europei 2020: nel primo mese di vendite (cioè fino al 12 luglio) le richieste di acquisto di biglietti sono state oltre un milione e mezzo, su una disponibilità complessiva di due milioni e mezzo di biglietti. Cifre da record, insomma! La quota restante dei biglietti per i match sarà commercializzata dopo il sorteggio della fase finale (previsto per il 30 novembre 2019) e nuovamente dopo il sorteggio degli spareggi (nell’aprile 2020). Si comprende intuitivamente, quindi, quanti siano i tifosi in attesa fervente della diffusione del calendario degli incontri!
La Capitale fa parte della prima fascia delle sedi che ospiteranno le partite degli Europei 2020, affiancata da Amsterdam, Copenaghen, Bilbao, Glasgow, Monaco, San Pietroburgo, Dublino, Londra, Baku, Budapest e Bucarest.

Roma torna quindi ad ospitare una parte dell’evento sportivo dopo le edizioni del 1968 e del 1980, in cui proprio sul campo dell’Olimpico erano state disputate le finalissime.

La partita di apertura del torneo, come abbiamo visto, si svolgerà infatti nella Capitale: al di là del fatto che la Nazionale rientri tra le squadre coinvolte in questo primo incontro, i tifosi più ardenti, indipendentemente dal colore della maglia, ambiscono in modo particolare ai biglietti del match d’inizio.

In occasione degli Europei di calcio 2020, lo stadio Olimpico è stato ripartito in soli 3 macro-settori (cioè le tribune, gli spicchi d’angolo e le curve) e questa “riduzione” della platea ha prodotto un generalizzato aumento dei prezzi dei biglietti, soprattutto per quanto riguarda le fasce intermedie, corrispondenti ai distinti, che presentano tariffe non proprio alla portata di tutte le tasche.
La gara inaugurale del 12 giugno prevede biglietti disponibili a 225,00 euro per i settori di categoria 1, corrispondenti cioè alla Tribuna Monte Mario e alla Tribuna Trastevere, i biglietti di categoria 2, rappresentati dai Distinti in area Nord e Sud, sono disponibili a 145,00 euro mentre la categoria 3 (corrispondente ai settori della Curva Nord e Sud) sono invece acquistabili al prezzo decisamente più abbordabile di 75,00 euro. Anche per quanto riguarda i quarti di finale che verranno disputati nella città di Roma il range di prezzi sarà pressoché identico: i biglietti costeranno 225,00 euro per i settori di categoria 1, corrispondenti cioè alla Tribuna Monte Mario e alla Tribuna Trastevere, mentre biglietti di categoria 2, cioè ubicati nel settore dei Distinti in area Nord e Sud, sono disponibili a 145,00 euro, e, infine, la categoria 3 (corrispondente ai settori della Curva Nord e Sud) sarà accessibile al prezzo di 75,00 euro.

Per quanto concerne invece la fase a gironi della gara calcistica, nello specifico altre due gare tra squadre del Gruppo A, il prezzo dei biglietti sarà leggermente inferiore e ammonterà a 185,00 euro per le tribune, mentre i distinti saranno accessibili a 125,00 euro e le curve al prezzo di 50,00 euro.

Europei calcio 2020 a Roma: quando e dove acquistare i biglietti

Come abbiamo detto, le prevendite dei biglietti sono iniziate lo scorso giugno e in circa un mese oltre la metà dei biglietti disponibili per l’intero torneo sono stati venduti tramite sorteggio ai tifosi che si sono iscritti online sul sito della Uefa. Coloro che non sono riusciti ad accaparrarsi i biglietti durante l’estate 2019 non devono però disperate: è possibile creare un account sul sito ufficiale della Uefa(euro2020.com/tickets) fino all’11 giugno 2020e richiedere il proprio biglietto, fino ad esaurimento delle disponibilità, e si potrà partecipare anche all’estrazione di 2 biglietti omaggio di categoria 1 per la prima partita disputata in uno stadio del circuito Europei 2020. Sono soggetti ad estrazione anche 2 biglietti per la finale del 12 luglio allo stadio londinese di Wembley.
Le tipologie di biglietti disponibili approntate da Uefa prevedono biglietti singoli per una specifica partita oppure biglietti “followmy team”, cioè una sorta di garanzia che consente al tifoso di accedere ad una partita della squadra nazionale di sua scelta, indipendentemente dalla città in cui essa verrà disputata. Nel caso in cui la squadra di interesse venisse eliminata durante la fase a gironi, è previsto il pieno rimborso.

In ogni caso la Uefa ha comunicato ufficialmente che l’82% dei biglietti totali verranno venduti ai tifosi ed al pubblico. Le vendite passeranno attraverso una nuova fase a partire da dicembre 2019, in cui la seconda quota parte di biglietti disponibili (dopo la prima, commercializzata tra giugno e luglio) sarà immessa sul mercato: a novembre le 20 squadre finaliste saranno annunciate e questo farà sì che gli acquisti dei tifosi saranno ben ponderati e mirati. I tifosi delle squadre ammesse alla gara potranno quindi richiedere i biglietti in osservanza dei criteri fissati dalle varie federazioni nazionali. Nel 2020, invece, a seguito della fase degli spareggi per la selezione delle ultime quattro squadre in lizza, nel mese di aprile, riprenderanno le vendite che si concluderanno infine verso la metà di maggio.

Per acquistare i biglietti occorre seguire una semplicissima procedura online: per iniziare, bisogna configurare un account gratuito sul sito ufficiale di Uefa, fornendo i propri dati ed un indirizzo email attivo dove verranno inviate tutte le comunicazioni (e sperabilmente anche i biglietti!) ed inviare la richiesta di biglietti per le partite che si desiderano seguire dal vivo. I biglietti vanno selezionati in base alla fascia di prezzo e allo stadio in cui la partita è programmata: questo fa sì che vi siano vistose differenze di prezzo, tra un match e l’altro: dai circa 30,00 euro di un incontro disputato a Baku o a Bucarest in categoria 3 ai quasi 1.000,00 euro per assistere alla finalissima in categoria 1 allo stadio di Wembley, a Londra, passando dalle tariffe intermedie degli incontri previsti allo Stadio Olimpico di Roma. Non vi è un criterio di prelazione nell’assegnazione dei biglietti. Ogni tifoso dotato di account può richiedere un massimo di 4 biglietti per la medesima categoria per una singola partita al giorno. Uefa notificherà via mail l’assegnazione dei biglietti e a quel punto, ai tifosi più fortunati, non resterà che fare le valige e partire per la nazione che ospita la partita desiderata.

La stessa procedura viene applicata anche alle partite che verranno disputate nella Capitale: seguendo il percorso online di richiesta biglietti e inviandola tramite internet si potranno ricevere i tagliandi agognati. Come abbiamo visto, chi non verrà estratto in quest’occasione potrà ritentare la sorte durante l’apertura delle prossime finestre di vendita programmate: il mese di dicembre 2019 e poi il mese di aprile 2020, in cui sarà possibile richiedere i biglietti per i match romani di interesse. Anche in questo caso, alla sorte sta l’ultima parola, ma vista l’assoluta straordinarietà dell’evento, vale la pena tentare la fortuna e, magari, accaparrarsi qualche biglietto per gli incontri che gli Azzurri giocheranno proprio sotto il cielo di Roma.

Si consiglia quindi ai tifosi di monitorare il sito di Uefa e di non tenere d’occhio il calendario delle scadenze per l’assegnazione dei biglietti. A questo punto non resta che dire: che vinca il migliore! Buon sessantesimo Europeo di calcio a tutti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *